menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premio Borsellino: aggredito l'organizzatore Leo Nodari

Questa mattina l'organizzatore del Premio Borsellino Leo Nodari è stato aggredito all'interno del parcheggio della Provincia di Pescara, dove si tiene la conferenza alla quale è invitato anche il senatore Pdl Gasparri. Nodari ha ricevuto un pugno sul viso da una persona che ha gridato: "Servo dei fascisti"

"Noi non c'entriamo assolutamente nulla con l'aggressione a Nodari. Siamo qui per protestare pacificamente, prendiamo le distanze da quanto è accaduto", ha dichiarato Massimiliano Di Pillo, uno degli organizzatori della manifestazione di protesta che si tiene davanti alla Provincia di Pescara contro la partecipazione di Gasparri al Premio Borsellino.

Alla manifestazione stanno partecipano, oltre a privati cittadini, alcune associazioni, fra cui il movimento "Amici di Beppe Grillo" ed alcuni militanti dell'Italia dei Valori e Rifondazione Comunista.

"Gasparri può parlare di tutto tranne che di lotta alla mafia e legalità, datosi che è portavoce di Marcello Dell'Utri, condananto a nove anni di reclusione." conclude Di Pillo, che, insieme agli altri partecipanti, sta distribuendo volantini rossi che ricordano l'agenda del giudice Borsellino mai ritrovata.

AGGIORNATO ALLE 13,15 del 2 NOVEMBRE 2009

Momenti di tensione questa mattina nei pressi del palazzo di Provincia, a Pescara. Leo Nodari, organizzatore del Premio Borsellino, è stato infatti aggredito nei pressi del parcheggio del palazzo.

Un uomo gli si è avvicinato all'improvviso, gridando "Servo dei fascisti" per poi tirargli un pugno in pieno viso. Nodari si apprestava ad accogliere il Presidente dei Senatori del Pdl Gasparri, invitato alla conferenza riguardante la lotta alla mafia.

L'uomo è stato immediatamente soccorso dalle Forze dell'Ordine.

Subito è arrivato il duro commento dello stesso Gasparri: "E' un fatto gravissimo ed inquietante. E' assurdo che alcuni mafiosi rossi possano compiere atti del genere contro persone che difendono la legalità. Forse si tratta di qualcuno che votata per i sindaci che hanno messo a sacco questa bella città".

Lo stesso Leo Nodari, poco dopo l'aggressione, ha commentato: "Non ci facciamo intimidire, andremo avanti più forti di prima".

Da questa mattina l'ingresso della Provincia è occupato da alcuni manifestanti pacifici dell'associazione "Amici di Beppe Grillo", che protestano contro la partecipazione di Gasparri al Premio Borsellino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento