menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Precari Attiva, polemiche dopo l'annuncio dello sgombero

Non si placano le polemiche relative alla questione dei precari di Attiva che ormai da diverse settimane occupano i giardini antistanti al palazzo del Comune dopo che il sindaco ha annunciato un possibile sgombero

Si riaccendono le polemiche per la questione dei precari di Attiva. Qualche giorno fa il sindaco Alessandrini aveva annunciato che il sit in permanente nei giardini davanti a Palazzo di Città dovrà essere rimosso, invitando i lavoratori ad abbadonare questa forma di protesta ad oltranza che ormai va avanti da diversi mesi.

L'occasione sarà l'arrivo nei prossimi giorni dell'Ambasciatore degli USA in città, e per motivi di decoro il primo cittadino auspica che l'area sia liberata.

Fino ad ora non ci sono stati annunci ufficiali di sgomberi forzati dell'area, ma il timore dei lavoratori è proprio quello, ovvero l'arrivo della Polizia Municipale e delle Forze dell'Ordine.

Intanto la lista Teodoro, nonostante sia una forza di maggioranza in Comune, si schiera dalla parte dei lavoratori e rifiuta l'idea di uno sgombero forzato, annunciando di essere pronta a dormire assieme ai lavoratori per protesta.

"Sono sicuro che il mio gesto verrà emulato anche da altri consiglieri consiglieri comunali, sia di maggioranza che opposizione, ma anche da quelli regionali e dai parlamentari pescaresi. Fino a questo momento sono stato in silenzio su questa vicenda ma questo è un problema creato dalla politica e la politica deve risolverlo. Sono stato uno dei pochi a non fare parate a differenza di altri che hanno strumentalizzato la questione nonostante abbiano creato il danno con quel concorso" ha dichiarato il consigliere Pignoli.

Intanto domani 30 marzo ci sarà un nuovo incontro fra i lavoratori e il primo cittadino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento