rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Porto, si dimettono per protesta i vertici dell'associazione armatori

I due rappresentanti dell'associazione armatori di Pescara, ovvero Mimmo Grosso e Giovanni Verzulli si sono dimessi dalla loro carica per protesta contro l'immobilismo delle istituzioni in merito alla situazione del porto

Gettano la spugna, almeno a livello formale ed ufficiale, Camillo Grosso e Giovanni Verzulli, rappresentanti dell'associazione armatori di Pescara che da più di un anno si batte per il dragaggio del porto.

I due armatori hanno formalizzato le dimissioni, stanchi delle continue promesse non mantenute da parte degli amministratori e del Governo. Ora al centro della polemica c'è il trasporto dei fanghi e i ritardi nelle operazioni di scavo dei fondali, considerando che ormai il 15 aprile è imminente, data in cui i pescatori volevano tornare in mare.

"La gravissima situazione che si è creata all'interno del porto e l'incomprensibile stallo delle operazioni di dragaggio non ci consente di portare avanti il compito di estrema responsabilità che ci è stato assegnato. Il dialogo con le istituzioni e con i soggetti incaricati del dragaggio è diventato ormai impossibile e dopo aver provato in qualsiasi modo ad aiutare gli armatori e i lavoratori dipendenti e a rappresentarli al meglio in tutte le sedi per tutelare i loro interessi riteniamo purtroppo sia giunto il momento di gettare la spugna" annunciano i due. Grosso in particolare sottolinea come dopo Pasqua, qualora non si saprà nulla sul cronoprogramma dei lavori, la marineria tornerà in strada con proteste dure e eclatanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto, si dimettono per protesta i vertici dell'associazione armatori

IlPescara è in caricamento