rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Porto, nuovo allarme della marineria: "Batosta per le cartelle esattoriali"

Non sembra esserci pace per i pescatori del porto di Pescara. Dopo i ritardi nell'avvio del dragaggio e dell'erogazione dei fondi per la cassa integrazione, ora arrivano anche le batoste delle cartelle esattoriali

La marineria di Pescara torna a chiedere aiuto.

Questa volta, gli armatori con Mimmo Grosso chiedono una moratoria per i pescatori e per gli armatori per quanto riguarda debiti erariabili e mutui. In questi giorni, infatti, stanno arrivando le prime cartelle ed i pescatori, considerando che non conoscono ancora le date in cui verranno erogati gli indennizzi per i primi tre mesi del 2013, sono in un'oggettiva situazione di difficoltà.

Per la marineria di Pescara le difficoltà non sono ancora terminate. In questi giorni stanno arrivando le cartelle esattoriali, anche da decine di migliaia di euro, e abbiamo non poche difficoltà ad affrontare anche questo problema. Aspettiamo che l'avamporto venga messo in sicurezza e non appena avremo anche la copertura assicurativa sposteremo le imbarcazioni al ponte del mare (lato sud) per garantirci l'uscita. Crediamo che non sarà possibile prima dell'inizio di aprile ma speriamo che per quella data riusciremo a raggiungere l'obiettivo anche perché molte imprese sono in grossa difficoltà e non possono aspettare ulteriormente per la ripresa dell'attività. Sarebbe stato opportuno, ma da questo punto di vista le nostre richieste sono rimaste inascoltate, assicurare una moratoria alle imprese di pesca per quanto riguarda i debiti erariali e i mutui." dichiara Grosso che parla di un problema impossibile da affrontare con la situazione attuale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto, nuovo allarme della marineria: "Batosta per le cartelle esattoriali"

IlPescara è in caricamento