menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polizia Postale: i consigli per proteggersi dal phishing

La Polizia Postale di Pescara, qualche giorno fa, aveva denunciato la diffusione di alcune email fraudolente nelle quali si richiedeva un contributo per Haiti al fine di carpire dati personali. Ecco alcuni consigli per proteggersi dal "phishing"

Per proteggersi dal "phishing", la tecnica utilizzata dai criminali informatici per carpire e rubare dati sensibili degl utenti, è utile adottare queste precauzioni:

1)Non rispondere mai a richieste di informazioni personali giunte sulla casella di posta elettronica. Nessuna Autorità si avvale mai di strumenti elettronici non certificati per contattare gli interessati al fine di notificargli eventuali provvedimenti o qualsiasi altra notizia che li possa riguardare.

2)In caso di ricezione di messaggi che richiedono denaro e/o dati personali, accertare di persona anche tramite telefono, la veridicità del messaggio ricevuto; in ogni caso evitare sempre di cliccare sul link proposto dall’email, uscire dalla email e raggiungere il sito voluto digitando il rispettivo U.R.L. (nome del sito)
   
3)Verificare che il sito web del mittente utilizzi la crittografia.
Per accertarlo è sufficiente verificare se sulla barra di stato, ai piedi dello schermo, sulla destra, è presente l’icona del lucchetto chiuso,che sta ad indicare che quel sito utilizza una connessione protetta.
Cliccandoci sopra due volte è possibile visualizzare il certificato di protezione del sito; il nome che segue Rilasciato a dovrebbe corrispondere al sito d’interesse,se è diverso potrebbe essere contraffatto.

4)Segnalare immediatamente alla Polizia Postale e delle Comunicazioni eventuali tentativi di carpire i propri dati personali per fini illeciti non andati a buon fine attraverso l’inoltro all’indirizzo poltel.pe@poliziadistato.it del messaggio ricevuto. La tempestività della segnalazione o della denuncia presso l’Autorità competente può permettere che altri soggetti possano incorrere in simili truffe.


5)Giova ricordare che i messaggi di phishing offrono un link attivo per sole 24-48 ore, trascorse le quali diventa impossibile rintracciare il sito truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento