Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Montesilvano: punta una pistola contro i carabinieri e usa il figlio come scudo per sfuggire all'arresto

Attimi piuttosto concitati che i militari di Montesilvano hanno vissuto questa mattina durante l'esecuzione del provvedimento di ordinanza di custodia cautelare

Poteva finire in tragedia l'arresto di uno spacciatore di 52 anni  che nella mattinata odierna ha reagito in maniera inaspettata quanto pericolosa all'arrivo dei carabinieri della compagnia di Montesilvano. L'uomo, colpito da un'ordinanza di custodia cautelare per indagine sullo spaccio di sostanze stupefacenti, ha opposto resistenza puntando contro gli uomini in divisa una pistola per poi tentare la fuga dalla finestra della sua abitazione.

Per proteggersi dalla cattura si è fatto scudo del figlio minore di appena 5 anni mettendo in atto un gesto sconsiderato e degno di un film d'azione. Soltanto grazie alla preparazione e alla prontezza di riflessi dei carabinieri intervenuti, è stato evitato il peggio. Calma e sangue freddo hanno permesso di portare a termine la complessa operazione. L'arma è stata recuperata, così come sono stati trovato 500 grammi di marijuana e denaro contante per complessivi 500 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano: punta una pistola contro i carabinieri e usa il figlio come scudo per sfuggire all'arresto

IlPescara è in caricamento