Cronaca

L'Idv lancia l'allarme: "La Piscina Provinciale rischia di chiudere"

Brutte notizie per tutti gli utenti che ogni giorno fanno visita alla piscina provinciale di San Donato. La struttura infatti il 21 novembre rischia di chiudere

La Piscina Provinciale rischia di chiudere il prossimo 21 novembre.

L'allarme è stato lanciato da Camillo Sborgia, consigliere Provinciale Idv e membro della Commissione Vigilanza, sottolineando come l'ente provinciale abbia chiesto alla società che gestisce la struttura, l'AS Don Orione, di restituire le chiavi entro quella data a causa di alcuni pagamenti dei canoni insoluti.

La piscina, lo ricordiamo, la mattina viene utilizzata dagli studenti dell'Itis Volta, mentre il pomeriggio è aperta a tutti, con convenzioni per disabili, anziani e famiglie indigenti.

"Prima, dunque, di decidere di rescindere il contratto con l’attuale gestore, che significa di fatto chiudere la struttura che arriva a contare circa 8000 presenze annue, è bene istituire un tavolo tecnico con le parti, al fine di valutare tutte le possibilità e le strade che evitino la chiusura della struttura. Per questo ho fissato  per lunedì 19 novembre una commissione d’urgenza nel corso della quale verranno ascoltati sia il presidente dell’associazione Don Orione (che gestisce la struttura),  Iacono Matteo, che il dirigente della Provincia." ha detto Sborgia ricordando che la società non ha pagato i canoni sostenendo di aver compensato tali spese con i miglioramenti messi in atto nella struttura e per i servizi offerti.

Ma la Provincia a quanto pare non ci sta e quindi ha chiesto di riavere le chiavi. In tal caso, sottolinea Sborgia, la piscina chiuderà in quanto l'ente non potrà sostenere, da solo, le spese di gestione.

Il tutto ai danni dei cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Idv lancia l'allarme: "La Piscina Provinciale rischia di chiudere"

IlPescara è in caricamento