Cronaca

Piscina Provinciale, incontro con il Prefetto per trovare un accordo

Da giorni ormai si parla dello scontro fra l'ASD Orione e la Provincia in merito alla gestione della Piscina Provinciale, attualmente chiusa per mancanza di sicurezza. La società è stata diffidata dall'Ente

Questa mattina, in Prefettura, c'è stato un incontro per cercare di trovare una soluzione al delicato problema della piscina provinciale. La struttura, lo ricordiamo, è stata chiusa per mancanza di sicurezza dopo che uno studente è rimasto ferito. Inoltre, la Provincia ha diffidato la società Orione chiedendo di restituire immediatamente le chiavi, a causa delle inadempienze tecniche ed economiche della stessa società.

Entro il 24 dicembre l'ASD Orione dovrà proporre una soluzione per il rilancio della piscina, che si trova nell'Istituto Volta. Secondo Testa e Rapposelli, oltre alle bollette non pagate per 100 mila euro, l'associazione come da contratto doveva provvedere a lavori per 250 mila euro. Non pagati anche diversi mesi di canone.

"Non è una questione politica ma puramente tecnica. Non ci siami svegliati all'improvviso e deciso di risolvere il contratto, anzi questa situazione va avanti da mesi e ci sono stati comunicazioni ed incontri con il gestore prima di arrivare a questo punto. Sappiamo perfettamente che la piscina rappresenta un presidio sociale, considerata l'attività che svolge per i disabili, e non vogliamo vessare alcuno, ma è prioritario l'aspetto della legalità".hanno detto Testa e Rapposelli.

Il prefetto D'Antuono ha auspicato una soluzione rapida per evitare disagi agli utenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piscina Provinciale, incontro con il Prefetto per trovare un accordo

IlPescara è in caricamento