rotate-mobile
Cronaca

Pineta D'Avalos, Acerbo dice stop al taglio degli alberi

Il consigliere comunale di Rifondazione Maurizio Acerbo interviene in merito alla questione del taglio degli alberi all'interno del Parco D'Avalos, chiedendo al Comune di fermare le operazioni

Maurizio Acerbo, consigliere comunale di Rifondazione Comunista, ha fatto sapere di aver chiesto alla Giunta di fermare il blocco dei tagli degli alberi nella pineta d'Avalos e in Strada dell Fornaci, in attesa di un sopralluogo ed un approfondimento da parte degli ambientalisti.

"Su segnalazione di cittadini allarmati per la situazione del Parco D'Avalos, dove sono apparse croci e segni su moltissimi alberi, apparentemente in buonissima salute e posti in zone frequentate ho richiesto l’intera documentazione che ho girato alle associazioni ambientaliste.

Secondo il “piano” del Comune dovrebbero essere tagliati  nella Riserva Naturale Pineta Dannunziana 60 alberi da tagliare e molti altri verrebbero potati drasticamente. Prima di tagliare un così importante patrimonio arboreo della città e della Regione è bene approfondire." ha detto Acerbo, che ricorda come il Comune non abbia mai approvato il Piano di Assetto Naturalistico previsto dalla Legge, e cita un intervento di Caterina Artese, dott.sa Forestale e curatrice del libro "Alberi monumentali d'Abruzzo" che chiede di non tagliare gli alberi spiegando anche le motivazioni scientifiche.

Taglio Alberi Pineta D'Avalos

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pineta D'Avalos, Acerbo dice stop al taglio degli alberi

IlPescara è in caricamento