Picciano: tentata truffa ai danni di una anziana, ma lei non abbocca

Il raggiro non è andato a segno per la diffidenza e lucidità della 85enne che, alla richiesta di denaro, ha aperto gli occhi e si è rivolta ai Carabinieri di Collecorvino

La telefonata di un fantomatico avvocato ad un'anziana di Picciano, la quale viene avvertita di un incidente stradale ad opera della figlia, colpevole dell'accaduto. Per evitare ulteriori conseguenze giudiziare, addirittura l'arresto, vengono chieste alla donna 2700 euro per le spese legali. Il raggiro non è andato a segno per la diffidenza e lucidità della 85enne che, alla richiesta di denaro, ha aperto gli occhi e si è rivolta ai Carabinieri di Collecorvino.

ANZIANA RAGGIRATA E TRUFFATA

La tecnica utilizzata dai truffatori è sempre la stessa, ma c'è ancora chi cade nel tranello. Alla telefonata truffaldina ha fatto seguito un'altra chiamata. Stavolta l'anonimo interlocutore si è spacciato per un graduato dell'Arma che intimava il pagamento immediato all'avvocato difensore per scongiurare un processo per direttissima. Brava la vittima predestinata ad agire d'astuzia e a non farsi ingannare. Difficile risalire agli autori dello stratagemma, dal momento che generalmente, per questo tipo di truffe, utilizzano schede intestate a stranieri che poi vengono immediatamente cestinate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento