rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Piazza Unione

Piazza Unione, commemorato il giudice Emilio Alessandrini

Anche questa mattina, come ogni anniversario della morte del giudice Emilio Alessandrini, è stata deposta in Piazza Unione una corona per ricordare il magistrato ucciso nel 1979

Anche questa mattina, come ogni anniversario della morte del giudice Emilio Alessandrini, è stata deposta in Piazza Unione una corona per ricordare il magistrato ucciso nel 1979 a Milano mentre andava al lavoro. Si tratta del padre del sindaco Marco Alessandrini, che ovviamente era presente oggi alla cerimonia insieme alle autorità civili e militari, ai consiglieri comunali e ai rappresentanti politici e scolastici.

Non è mancata una rappresentanza della scuola primaria Ennio Flaiano e del Liceo Classico d’Annunzio di Pescara. Alla fine della commemorazione il coro della Polizia Municipale ha intonato l’Inno d’Italia.

“Per me questa è una giornata particolare - ha detto il sindaco - Una giornata che difficilmente dimenticherò. Trentasei anni sono un lasso di tempo in cui é cambiata la società, è cambiato anche il nostro Paese ma un lasso di tempo in cui resta intatta la necessità di condannare sempre la violenza politica. Il 29 gennaio per me é sempre un giorno particolare, e oggi con la particolarità di essere sindaco e aver toccato con mano l'affetto di autorità e semplici cittadini, in una cerimonia breve ma sentita. É importante la memoria. Memoria come valore della collettività. C'erano oggi i ragazzi delle scuole per una staffetta generazionale che ritengo importante per raccontare a chi non c'era quello che é accaduto. Mio padre é caduto vittima, come altre persone, della violenza politica negli anni di piombo. Una violenza cui dobbiamo opporre tutti, indistintamente, una ferma e netta opposizione. Perché se pure ci sono dei problemi, la violenza non é mai una soluzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Unione, commemorato il giudice Emilio Alessandrini

IlPescara è in caricamento