rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Centro / Piazza della Rinascita

Pescara canta con i Tiromancino. Raccolti 2.000 euro per Iaia

Balletto di cifre attorno a un concerto che ha fatto comunque registrare molte presenze, ospitando anche la raccolta fondi per la piccola Iaia: totalizzati circa 2.000 euro

Rinviato per maltempo lo scorso 31 dicembre, si è tenuto ieri pomeriggio il concerto dei Tiromancino in piazza Salotto. Spazio alla solidarietà con la raccolta fondi per la piccola Iaia, bimba che dovrà curarsi al Memorial Sloan-Kattering Cancer Center di New York per una particolare forma di neuroblastoma. L’assessore al Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi parla di "scelta vincente" in merito alla decisione di spostare alla Befana la data prevista per Capodanno, e aggiunge:

“Vincente anche la formula di sposare intrattenimento, musica ed economia cittadina, associando anche un fine solidale, com’è accaduto per gli eventi natalizi patrocinati dall’amministrazione comunale. Piazza Salotto è tornata viva dopo tanto tempo. Segno della voglia di rinascita che c’è nella città. Noi pensiamo che elementi come musica, grandi eventi, cultura possono e devono caratterizzare il presente e il futuro di Pescara, che deve riscoprire sempre più la sua vocazione turistica e attrattiva. Un altro elemento fondamentale sono state le tante presente anche da fuori regione, il concerto ha registrato il pienone nel centro in cui hanno gravitato almeno 50.000 persone, mentre fra la piazza e Corso Umberto ce n’erano sicuramente oltre 25.000”.

LA POLEMICA SUI NUMERI - E' proprio sul numero di presenze che, in queste ore, si è scatenata una polemica attraverso i social network. Il leader dei Tiromancino, Federico Zampaglione, ha scritto sulla sua pagina Facebook: "In più di 50mila a Pescara. Grazie per il mare di emozioni". Secondo la questura, invece, c'erano 5mila spettatori. Un balletto di cifre su cui interviene oggi il vicesindaco, Enzo Del Vecchio: "Credo che saranno state al concerto almeno ventimila persone. Cinquemila mi sembra al di sotto delle presenze reali. La piazza era piena, anche considerando lo spazio occupato dalla pista del ghiaccio, ma c'era gente ai lati della piazza e fino a meta' di Corso Umberto. Al di la' dei numeri, come Amministrazione siamo molto soddisfatti per aver regalato il primo momento di svago alla cittadinanza. La decisione di spostare il concerto al 6 gennaio si e' rivelata giusta, cosi' come farlo svolgere di pomeriggio e non in serata, con una temperatura freddissima. E dobbiamo ringraziare i Tiromancino di aver accettato di spostare il concerto, previsto il 31 dicembre, senza l'aggravio di un euro".

I COSTI - A proposito dei costi, l'assessore Cuzzi ha ringraziato "chi ha reso possibile la manifestazione, realizzata per la prima volta con un bando pubblico di sponsorizzazione, a cui hanno risposto Deco, Bper, Tercas-Caripe e De Cesaris che hanno consentito di coprire la maggior parte del costo, lasciando a carico dell’Amministrazione circa 10.000 euro. Un concerto che insieme ai Tiromancino abbiamo voluto dedicare a Pino Daniele. Continueremo a lavorare per l’organizzazione di manifestazioni di respiro nazionale e internazionale, consolidando la tradizione del Capodanno rilanciata alla grande con il concerto dei Tiromancino, riportando in città il concertone del Primo Maggio e preparando per l’estate “Pescara di Notte”, una due giorni di notte bianca che si svolgerà sulla Riviera, spiaggia compresa, capace di esaltare i nostri fattori identitari quali il mare e il fiume e le nostre eccellenze. La piazza piena e le tante presenze in città testimoniano che i grandi eventi, anche nei momenti economicamente difficili, possono rappresentare un elemento di rilancio per l’indotto commerciale e per lo sviluppo di quello che dovrà essere il centro commerciale naturale a cui stiamo lavorando".

IAIA - Come detto, ieri la musica ha veicolato anche un messaggio di solidarietà, ospitando la raccolta fondi per la piccola Iaia in attesa di partire per New York per curarsi da una grave forma di neuroblastoma. In piazza la postazione della Onlus Il Sogno di Iaia ha raccolto circa 2.000 euro. Lo stesso Zampaglione, che a fine concerto ha invitato i presenti a fare un'offerta per la sfortunata bambina, aveva contribuito nel pomeriggio in prima persona alla raccolta fondi avvicinandosi al banchetto per una donazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara canta con i Tiromancino. Raccolti 2.000 euro per Iaia

IlPescara è in caricamento