rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Centro / Piazza della Rinascita

In piazza della Rinascita una due giorni dedicata all’Alzheimer

Si svolgeranno domani e domenica, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 in piazza della Rinascita, le iniziative pescaresi di adesione alla Giornata mondiale dedicata all'Alzheimer

Si svolgeranno domani e domenica le iniziative pescaresi di adesione alla Giornata mondiale dedicata all’Alzheimer. Dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 in piazza della Rinascita ci saranno gli stand dell’Associazione Alzheimer Uniti Abruzzo Onlus che insieme alla Misericordia accoglieranno cittadini, pazienti, persone che hanno bisogno di informazioni e un primo contatto per capire meglio come muoversi per combattere la malattia.

Stamane la conferenza di presentazione della due giorni, alla presenza dell’assessore alla Sanità Giuliano Diodati, del dottor Carlo D'Angelo, Presidente dell'associazione Alzheimer Uniti Abruzzo, anche in rappresentanza delle società scientifiche geriatriche, Aldo Di Cosmo, Presidente dell'associazione Due Ali per Pescara, e Lorena Silvetti, in rappresentanza della Misericordia di Pescara.

“In Abruzzo sono quasi 20.000 i pazienti affetti – così Carlo D’Angelo nel presentare le due giornate – persone nelle strutture, numeri importanti, ma destinati a salire, perché nel 2050 l'Italia raddoppierà il numero di 1,5 milioni di malati. Le due giornate servono per cercare di venire incontro alle famiglie con informazioni, contatti, invito a fare test per capire il proprio codice di rischio. Un rischio che è alto. Questo accade perché più invecchia la popolazione più aumenta la malattia. Per quanto riguarda Pescara su 70.000 anziani i casi stimati sono circa 3.100. I centri li valutano, ma il paziente torna a casa, dove sono a totale carico della famiglia e avere in casa un parente con l'alzheimer è un’esperienza durissima, a volte devastante. Per alleviare la situazione delle famiglie dobbiamo arrivare a creare una rete di servizi con un centro di ascolto che coordina e centri diurni semi-residenziali dove si mantengono attivi. La Regione vive un anno zero, le associazioni e i centri operano tenendo attive le persone, anche quelle in cura, aiutandole a recuperare un minimo di indipendenza”.

UN CENTRO PER LA CURA DELL'ALZHEIMER - “Nelle linee di mandato del sindaco - ha detto l’assessore Giuliano Diodati - abbiamo previsto un centro per la lotta e cura dell’Alzheimer che potrà presto essere accolto presso l'ex ONMI dove si è messa a norma la struttura dal punto di vista antisismico e a giorni esauriremo la prima fase dei lavori per lavorare poi ad un centro di natura socio-sanitaria”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In piazza della Rinascita una due giorni dedicata all’Alzheimer

IlPescara è in caricamento