rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Pescarese Paola D'Ovidio trovata morta in provincia di Vercelli

La 45enne, originaria di Pescara ma residente da tempo nel vercellese, era scomparsa dal 14 luglio scorso dopo aver lasciato l'auto in una zona isolata. A quanto pare si sarebbe tolta la vita

Una pescarese di 45 anni, Paola D'Ovidio, è stata trovata morta nel vercellese. La donna risiedeva da tempo a Santhià, ed era scomparsa lo scorso 14 luglio. Del caso si  è occupata anche la trasmissione "Chi l'ha visto?" che aveva diffuso la segnalazione proprio nelle ore in cui il cadavere della donna è stato rinvenuto fra Sali e Vercelli, non molto distante da dove è stata trovata la sua automobile in una zona isolata all'interno di una risaia.

La famiglia di Paola vive a Pescara ed il fratello l'aveva sentita proprio il giorno prima della scomparsa. La donna era molto turbata dopo la separazione dal marito, tanto da arrivare poche ore prima di sparire a dichiarare di aver ucciso l'uomo con una telefonata ai carabinieri. In realtà si trattava di una notizia falsa e per questo era stata anche denunciata per procurato allarme. Dalle prime informazioni la 45enne si sarebbe tolta la vita, in quanto sul cadavere non c'erano segni evidenti di violenza anche se sarà l'autopsia a chiarire le cause della morte. Fin dal 14 luglio la zona era stata battuta dai volontari, dai cani molecolari e da alcuni droni per cercare di trovare la donna. Il cadavere era incastrato in uno dei canali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescarese Paola D'Ovidio trovata morta in provincia di Vercelli

IlPescara è in caricamento