rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Pescarese di 108 anni ritrova un titolo di credito del 1948: adesso vale 32.500 euro

L'anziana Angela Di Pietro, che risiede attualmente a Belluno, ha ritrovato il vecchio titolo di debito emesso dallo Stato Italiano nel 1948 del valore di 1.000 lire. Ora ha avviato un'ingiunzione per riscuoterlo

Un titolo di debito dello Stato Italiano in favore di una pescarese, del valore di 1.000 lire datato 1948. Ora, però, il suo valore è notevolmente cresciuto, ed è diventato pari a 32.500 euro.

Protagonista della vicenda Angela Di Pietro, pescarese di 108 anni residente attualmente a Belluno, che durante le pulizie della soffitta ha rinvenuto assieme al nipote la Cartella di Debito Pubblico di cui ignorava l'esistenza, e che obbliga lo Stato Italiano ad onorare il debito.

La donna si è rivolta allo studio associato dell'avvocato Alessandro Russo, che ha avviato le pratiche di ingiunzione per la riscossione dopo aver proceduto alla stima del valore attuale del titolo, fra interessi, capitalizzazione e rivalutazione. Banca D'Italia e Ministero delle Finanze infatti sono obbligati per legge ad onorare tutti i debiti contratti dallo Stato Italiano, addirittura anche prima dell'avvento della Repubblica. Entro un paio di mesi, fa sapere l'avvocato Russo, il Giudice di Pace si esprimerà sull'ingiunzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescarese di 108 anni ritrova un titolo di credito del 1948: adesso vale 32.500 euro

IlPescara è in caricamento