rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Pescara, viale Pindaro cambia look: in arrivo zona 30 e pista ciclabile

Presentato questa mattina il progetto che prevede la realizzazione di una zona 30 per le auto, con doppio senso di marcia ma nuovi marciapiede e la pista ciclabile. "Residenti e commercianti appoggiano il progetto"

Cambia look viale Pindaro. E' stato presentato questa mattina il progetto dell'amministrazione comunale che prevede per un tratto di circa 500 metri la realizzazione della pista ciclabile, zona 30 per le auto a doppio senso di marcia e spazio a verde e marciapiedi.

Il progetto prevede lavori per 40 giorni con tre attraversamenti pedonali rialzati per l’Università D’Annunzio e al Parco Di Cocco. Inoltre scatteranno le potature dei platani di viale Pindaro in modo da aumentare la visibilità notturna sulla strada, la carreggiata si stringerà a 7 metri (3,5 per corsia) e i marciapiedi riprenderanno vita in sinergia con le attività che si svolgono a ridosso della via.

Cruciale l'intervento sulle piste ciclabili esistenti, che verranno ridisegnate e verrà realizzato anche un nuovo tratto. L'assessore Civitarese:

"Non stiamo facendo né un’isola pedonale, né togliendo dei sensi di marcia o parcheggi. Che sia chiaro: nulla cambia se non in meglio! La via proprio per la natura dei suoi fruitori e per le presenze culturali e commerciali, diventa zona 30, dove le auto devono andare piano perché ci sono studenti, attività di vario tipo e la coesistenza fra varie modalità renderà l’arteria un boulevard, dove attraversare tranquillamente e fruire degli spazi pubblici. Una trasformazione concordata e condivisa con tutti i commercianti dell’area, che ci hanno chiesto anche posti con disco orario. Sarà una zona vivibile, dove non ci sarà più l’abitudine della doppia fila e dove dalla condivisione è emersa la disponibilità di andare incontro ai commercianti in termini di spazi che dovranno rendere la passeggiata sul marciapiede lato mare più fruibile e aperta.

Ci saranno tre attraversamenti pedonali, questo è un primo pezzo di attuazione del Masterplan che stiamo per portare in Consiglio dopo l’approvazione in Giunta, un obiettivo che va avanti a piccoli passi, che però vengono fatti, dando concretezza a un’idea che è già in atto. Il passaggio successivo è sperimentare una ulteriore apertura con Università, studenti e commercianti, abbattendo il recinto dell’Ateneo o usando trasparenze, per trasformarlo in vero e proprio boulevard, in sinergia anche con il corridoio verde a cui stiamo lavorando e che corre proprio dietro l’Ateneo, l’obiettivo non è un’isola pedonale, ma una sorta di circuito di zone 30 d’accordo con chi le vive”.

pinda1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, viale Pindaro cambia look: in arrivo zona 30 e pista ciclabile

IlPescara è in caricamento