rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Pescara, truffe e raggiri agli anziani: un arresto e una denuncia

Un pregiudicato di origini napoletane è stato arrestato ieri dalla Polizia in quanto responsabile di alcune truffe con raggiro ai danni di persone anziane pescaresi. Denunciato un suo complice

Avvicinava anziani facendo credere loro di dover ricevere del denaro da parte del figlio o della figlia, convicendoli anche grazie ad un complice a cedere cifre anche di migliaia di euro.

Per questo, E.F, 32 anni campano, è stato arrestato con l'accusa di truffa aggravata. Denunciato un suo complice 60enne.

I due erano tenuti d'occhio dalla Squadra Mobile dopo aver ricevuto la segnalazione della loro presenza in città, considerando che hanno precedenti per diversi reati.

In via Valle Roveto, l'uomo ha avvicinato un 80enne del posto sostenendo di dover ricevere dei soldi dal figlio. L'uomo però non è caduto nel tranello e il malfattore si è allontanato. Intanto la Polizia ha raccolto la testimonianza dell'anziano ed ha continuato a seguire l'arrestato, fino a quando in via Del Santuario ha incrociato un'altra anziana, sempre con la stessa scusa, riuscendo a farsi consegnare in tutto 6.500 euro.

A quel punto sono intervenuti i poliziotti che lo hanno arrestato in flagranza di reato. L'anziana ha anche avuto un malore. L'uomo le aveva passato al telefono una donna spacciandola per la figlia, che le ha chiesto di dare il denaro all'uomo per una polizza assicurativa.

Il complice per tutto il tempo è rimasto in un bar, probabilmente con lo scopo di sorvegliare a distanza i tentativi di raggiro. Chiunque abbia subito un raggiro simile può rivolgersi alla Questura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, truffe e raggiri agli anziani: un arresto e una denuncia

IlPescara è in caricamento