rotate-mobile
Cronaca

Pescara, truffa nei distributori di carburanti: due denunce

Avevano escogitato un sistema per truffare i clienti che facevano rifornimento di benzina nel loro distributore, erogando meno benzina rispetto a quella pagata. Nei guai due persone

Due dipendenti di un distributore di benzina del pescarese sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza per truffa aggravata.

Grazie alle immagini girate con una telecamera nascosta, si è scoperto il sistema utilizzato per la truffa. Mentre uno distraeva l'automobilista, l'altro si appoggiava alla colonnna di rifornimento modificando l'importo erogato. Una volta rimessa a posto la pistola, faceva apparire sul display la cifra richiesta dall'utente, in modo da non destare sospetti. In realtà veniva erogata meno benzina rispetto al dovuto.

Almeno 6 utenti su 10 sono stati truffati, fatta eccezione per coloro che chiedevano importi minimi pari a 5 e 10 euro.

A segnalare l'accaduto alcuni utenti che hanno notato anomalie nelle percorrenze dopo i rifornimenti in quella stazione.

La Guardia di Finanza sollecita tutti i cittadini a chiamare il 117 in caso di dubbi o irregolarità.

GUARDA IL VIDEO

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, truffa nei distributori di carburanti: due denunce

IlPescara è in caricamento