Cronaca

Pescara, truffa assicurazioni: almeno 30 le vittime del raggiro

Ha raggirato almeno 30 persone l'uomo di 57 anni di Pescara, di professione intermediario assicurativo, denunciato dai Carabinieri con l'accusa di truffa aggravata

sede-carabinieri-pescara-2Ha raggirato almeno 30 persone, offrendo loro polizze assicurative a prezzi vantaggiosi, spingendo così i potenziali clienti a pagare credendo di avere una normale e regolare assicurazione per il proprio veicolo.

In realtà. si trattava di una truffa, in quanto i contrassegni, i contratti ed i documenti delle polizze erano contraffatti, e quindi nulli.

Per questo, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara hanno denunciato un 57enne pescarese, S.P.

Da almeno un anno l'uomo mandava avanti il sistema fraudolento, utilizzando un PC ora sequestrato.

Tutto nasce dalla denuncia presentata da una giovane di Pescara che aveva stipulato il contratto con l'indagato. In apparenza il documento della polizza sembrava originale, ma un esame approfondito ha mostrato le imprerfezioni. Era stata usata carta A4 di uso comune, e così il contrassegno non aveva la tipica foratura per il distacco per l'esposizione sul veicolo. Sono stati comparati anche i dati dell'Ania, che hanno confermato che si trattava di un falso.

Dopo la denuncia, è scattata la perquisizione domiciliare che ha permesso di trovare oltre 30 contratti asicurativi falsi. Rinvenute anche alcune scritture private di pagamenti fatti dal broker verso alcuni clienti che si sono accorti della truffa ed hanno chiesto di essere risarciti.

Ricordiamo che l'uomo era stato denunciato due giorni fa anche dai Carabinieri di Montesilvano, che avevano fermato un automobilista con un contrassegno falso frutto di una polizza inesistente stipulata proprio con l'indagato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, truffa assicurazioni: almeno 30 le vittime del raggiro

IlPescara è in caricamento