Cronaca

Pescara, traffico di droga: 28 arresti

Con l'Operazione Esmeralda, i carabinieri di Pescara hanno sgominato un'organizzazione criminale, composta per la maggior parte da rom, dedita al traffico ed allo spaccio di stupefacenti. Un clan diretto da molte donne

Con l'Operazione Esmeralda, i carabinieri di Pescara hanno sgominato un'organizzazione criminale, composta per la maggior parte da rom, dedita al traffico ed allo spaccio di stupefacenti.

Un'operazione importante, capillare, durata circa 1 anno e mezzo, che ha avuto origine anche grazie ad alcuni sequestri di stupefacenti avvenuti fra Pescara (Rancitelli) e Francavilla al Mare.

Nel primo caso, furono fermati tre nomadi in flagranza di reato con 150 grammi di droga, nel secondo caso il sequestro avvenne in modo fortuito, a seguito della scoperta di 4 kg di eroina purissima non ancora tagliata, nell'auto di una incensurata di Francavilla.

L'organizzazione, hanno spiegato in conferenza stampa il Colonnello Galanzi, comandante provinciale, e il capitano Stangarone, comandante del Nucleo Investigativo, riforniva praticamente tutto l'Abruzzo, in particolare la costa, da San Salvo fino a Martinsicuro.

Un'organizzazione dove i rom avevano un ruolo centrale, in particolare le donne, che si occupavano di tutta la parte organizzativa, arrivando anche a reclutare minori da utilizzare come corrieri della droga.

A capo vi era una coppia di etnia rom di Vasto, già conosciuta in quanto è stata arrestata e sorpresa in possesso di grosse quantità di stupefacenti in un'altra operazione dei Carabineri di Pescara. I due, proprietari di una villa lussuosa, subirono la confisca dell'immobile, del valore di 1,5 milioni di euro.

Nelle varie località abruzzesi (Vasto, Pescara, Alba Adriatica, Lanciano), i due coniugi, Bevilacqua Carmine e Sauchella Lucia, avevano i loro referenti, veri e propri grossisti che poi vendevano sulla piazza locale la droga ai tossicodipendenti.

Proprio durante un'operazione in casa dei Bevilacqua, vennerono rinvenuti due quaderni, veri e propri libri mastri pieni di nomi e conti riguardanti il traffico illecito gestito dall'organizzazione, che trattava droga per milioni di euro.

Sono 20 i chilogrammi di droga, fra eroina e cocaina, sequestrati complessivamente nell'arco delle indagini.

L'epicentro pescarese dello spaccio era ancora una volta la periferia, con i quartieri Rancitelli e Fontanelle dove vivevano alcuni degli arrestati.

Il Colonnello Galanzi ha sottolineato come gli arresti di oggi avvenuti anche in via Caduti del Servizio, dimostrino come da sempre l'Arma è impegnata ogni giorno ed ogni notte per contrastare l'illegalità a Fontanelle, riprendendo le polemiche e le discussioni degli ultimi giorni in merito alla sicurezza in quella zona.

L'operazione è stata chiamata Esmeralda riprendendo il nome della protagonista zingara del Gobbo di Notre Dame, proprio perchè le donne, in questo caso, avevano purtroppo un ruolo di primi piano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, traffico di droga: 28 arresti

IlPescara è in caricamento