rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Pescara, tornano nelle case popolari dopo anni di "sfratto"

Si conclude nel migliore dei modi la vicenda relativa alle cinque famiglie che sono potute tornare nelle loro abitazioni popolari dopo anni di allontanamento per lavori di ristrutturazione, con lo stesso canone avuto in precedenza

Sarà un Natale felice per cinque famiglie pescaresi, che diversi anni fa furono allontanate dalle loro case popolari per una serie di lavori di ristrutturazione e che ora potranno rientrare alle stesse condizioni economiche precedenti al trasloco.

Lo ha fatto sapere il Movimento 5 Stelle, che con il consigliere regionale Pettinari e comunale Sabatini, si è interessato del caso.

L'episodio risale all'ex amministrazione D'Alfonso, quando furono avviati i lavori e le famiglie allontanate. con la promessa di rientrare immediatamente al termine degli interventi.

Quando le famiglie furono richiamate, fu chiesto loro un canone di 500 euro a fronte dei 40 euro mensili pagati precedentemente.

Il M5S ha così presentato una legge regionale, approvata dal Consiglio, che stabilisce che il canone post lavori dovrà essere uguale a quello precedente.

Questa battaglia non riguarda solo le famiglie dell’assurda vicenda, l’emendamento da me proposto  permetterà a chiunque venga allontanato dalla propria abitazione popolare per motivi di restauro, di riottenere l’alloggio allo stesso canone. Questa battaglia l’abbiamo vinta noi, come vinciamo ogni giorno in cui la nostra attività nel “palazzo” aiuta i cittadini che ne hanno bisogno. Questo è il Movimento Cinque Stelle”. dichiara Pettinari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, tornano nelle case popolari dopo anni di "sfratto"

IlPescara è in caricamento