Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Pescara, speculazione edilizia: Tribunale condanna De Cecco per Les Paillotes

Il Tribunale di Pescara ha imposto a Filippo De Cecco la demolizione della parte ritenuta abusiva del Caffè Les Paillotes lungo la riviera sud, dopo la condanna in primo grado dello scorso anno

Circa un anno fa Pescara ha visto il processo dove erano imputati Filippo Antonio De Cecco e il direttore dei lavori Nicola Di Mascio per quanto riguarda la speculazione edilizia sulle coste pescaresi. Entrambi vennero condannati in primo grado: 11 mesi di arresto per De Cecco più il pagamento di un'ammenda di 39 mila euro e Di Mascio a 6 mesi di arresto più il pagamento di un'ammenda di 24 mila euro.

Pochi giorni fa il Tribunale di Pescara ha anche disposto la demolizione degli edifici che per anni hanno impedito la vista mare ai cittadini. Inoltre il Tribunale ha ordinato il ripristino della situazione antecedente l'abuso edilizio.

Il Wwf e Marelibero.net si dicono felici di questa sentenza che costituisce un passo avanti per la città di Pescara. Afferma Loredana di Paola: "per noi che da anni ci battiamo per il rispetto delle regole sulla gestione del litorale e delle spiaggie, si tratta di una condanna esemplare che deve essere di monito per chi intende tuttora perseguire le deregulation totale sulle spiaggie abruzzesi.


Ai cittadini in questi anni è stata sottratta la Vista Mare per lunghissimi tratti del litorale: è un fatto intollerabile che incide negativamente sulla qualità della vita di una città rivierasca. Quella di oggi è una vittoria dei cittadini, delle associazioni e del movimento che da anni denunciano la completa cementificazione delle spiagge, spesso abusiva come “Les Paillotes”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, speculazione edilizia: Tribunale condanna De Cecco per Les Paillotes

IlPescara è in caricamento