Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Pescara, spaccio di droga a Rancitelli e Fontanelle: 9 arresti

Un'indagine durata sei mesi, durante i quali, grazie a controlli capillari sul territorio e a piccoli sequestri di droga, i carabinieri del NORM di Pescara sono riusciti ad incastrare nove spacciatori, finiti in manette

Controlli continui, giornalieri, appostamenti, e ancora sequestri e fermi di tossicodipendenti e spacciatori, hanno consentito ai carabinieri del NORM di Pescara di incastrare decine di persone (12 sono state denunciate, 9 sono finite in carcere) nell'ambito di un'operazione per il contrasto allo spaccio di droga, fra eroina, cocaina e hashish nei quartieri a rischio di Pescara, ovvero Fontanelle e Rancitelli.

In manette sono finiti tutti personaggi già noti dalle Forze dell'Ordine, molti dei quali appartenenti a famiglie di etnia rom. Fra loro, anche Antonio Ciarelli, in carcere per l'omicidio di Domenico Rigante.

Le indagini sono state condotte fra il mese di ottobre 2011 e maggio 2012, grazie appunto ai controlli quotidiani eseguiti dai militari, dalle informative ricevute dai residenti e dai tossicodipendenti, e dai sequestri di stupefacenti eseguiti quasi ogni giorno.

Gli arrestati sono: Giordano Giosuè, Ciarelli Antonio, De Rocco Vincenzina, Spinelli Fernando, Dell'Oglio Ambra, Cirelli Giuseppina, Filippone Donato, Bevilacqua Sabina, Ciarelli Emilia.

Oltre alle persone arrestate, sono stati sequestrati 350 grammi di stupefacenti e 6 piante di canapa indiana, coltivate all'aperto in un luogo abbastanza accessibile a tutti. Sequestrato anche tutto il materiale utilizzato per il taglio ed il confezionamento delle dosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, spaccio di droga a Rancitelli e Fontanelle: 9 arresti

IlPescara è in caricamento