rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Pescara: scacco al "clan" dello spaccio di droga, arresti e sequestri

Un'operazione che parte da indagini avviate nel 2015, e che ha portato all'arresto di 12 persone (altre 2 sono ricercate) ed al sequestro di oltre 10 kg di droga per un giro d'affari da 1 milione di euro

Un duro colpo allo spaccio di stupefacenti in città, quello inflitto questa mattina all'alba dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara che, con oltre 150 uomini in campo e l'ausilio di unità cinofile e di un elicottero, ha sgominato un'organizzazione criminale che operava fra Rancitelli e San Donato controllando tutto lo spaccio di stupefacenti nella zona ed in gran parte della città.

Operazione "Sparta": il clan

Un'organizzazione criminale che vede al vertice una coppia di rom, Elena e Lino Spinelli entrambi pregiudicati ed entrambi finiti in manette, che di fatto rappresentavano il punto di riferimento per tutta una serie di spacciatori sparsi sul territorio, che non si occupavano solo della vendita diretta della droga (cocaina, hashish e marijuana) ai clienti, ma anche di controllare e monitorare la zona fra via Lago di Capestrano a Rancitelli e via Rio Sparto a San Donato. Proprio per evitare problemi con le forze dell'ordine, avevano addirittura sguinzagliato giovani minorenni come "vedette" e sentinelle, pronti ad avvisare gli spacciatori dell'arrivo delle pattuglie.

Dodici le persone arrestate questa mattina (2 sono ancora ricercate fra cui un calabrese considerato il fornitore principale dello stupefacente dell'organizzazione), diciotto in tutto quelle arrestate nel corso delle indagini, iniziate a fine 2015 a seguito degli sviluppi di un'altra operazione, quella sulle rapine ai distributori di carburanti.

Operazione Sparta arresti Pescara droga

Operazione "Sparta": i numeri

L'operazione ha portato complessivamente al sequestro di oltre 10 kg di droga, per un giro d'affari stimato che supera il milione di euro. Decine di episodi di spaccio fotografati e verificati grazie ad intercettazioni telefoniche ed ambientali, pedinamenti ed osservazioni dei carabinieri. Gli arrestati sono in gran parte parenti della coppia rom, tutti appartenenti direttamente o indirettamente al clan nomade degli Spinelli, noto da decenni per lo spaccio di droga nel territorio pescarese ed in tutta la Regione. Quarantacinque in tutto gli indagati.

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Pescara colonnello Riscaldati ha sottolineato come quest'operazione abbia purtroppo confermato che la nostra città è un punto di riferimento per lo spaccio di droga per tutta la costa adriatica, a testimonianza della forte domanda di stupefacenti che arriva dal territorio. I clienti degli spacciatori infatti, sono in gran parte giovani ma anche professionisti inospettabili spesso frequentavano quella zona per reperire dosi a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara: scacco al "clan" dello spaccio di droga, arresti e sequestri

IlPescara è in caricamento