menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, sì alla tassa di soggiorno

E' stata approvata dal Consiglio Comunale dopo sette giorni di intenso dibattito la tassa di soggiorno che prevede il pagamento per i turisti di 1 euro al giorno. Cuzzi: "Investimento per il rilancio del turismo"

Dopo sette giorni di dibattiti e polemiche, è stata approvata dal consiglio comunale la tassa di soggiorno, che prevede il pagamento di 1 euro a notte per i turisti che alloggeranno nelle strutture ricettive cittadine.

Soddisfatto l'assessore Cuzzi, che parla di una tassa che non peserà sulle tasche dei cittadini ma che servirà per ridare vita al comparto turistico cittadino, con un piano marketing vincolato alla tassa e già sviluppato nei punti cardine.

"Le risorse serviranno unicamente per attuare le azioni inserite nelle linee guida del piano marketing strategico della città di Pescara. Si passa da una concezione fai da te, che ha caratterizzato la politica degli ultimi venti anni, a una dimensione industriale del turismo." ha dichiarato Cuzzi, che ha elencato i piani di intervento per il primo anno (sono previsti tre anni sperimentali):

1. City branding

2. Portale, app e attività di social media marketing per lanciare il brand della città
3. Servizi pubblici con destinazione turistica;

4. Recupero dei centri di informazione turistica

5. Info point e recupero silos di Piazza della Rubblica, Urbanbox di Piazza Salotto

6. Campagne di comunicazione del brand dell'immagine della città nei maggiori mercati di riferimento nazionali e internazionali con la creazione della "Pescara Tourism card" che darà vantaggi a coloro che verranno nella nostra città

7. Grandi eventi di caratura nazionale ed internazionale capaci di produrre incoming come Xmaster Dj, Pescara Openday e Notte Bianca dell' Adriatico che diverrà un vero e proprio format.

Al termine dei tre anni il tavolo per il turismo che monitorerà l'andamento degli investimenti farà una valutazione complessiva della tassa.

"Questa è la finalità, nulla toglie alla città e ai cittadini, anzi,  riuscirà a far tornare a muovere l’economia di un settore che aspetta e il futuro di una città che merita a causa di un centrodestra che ha mostrato tutta la sua incapacità propositiva anche nei 710 emendamenti tesi solo a paralizzare l’attività amministrativa” ha concluso Cuzzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento