rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Pescara, ricatto sessuale via internet: vittima un 45enne

Un 45enne imprenditore pescarese ha denunciato un tentativo di estorsione da parte di ignoti che, tramite un falso profilo Facebook, lo hanno indotto a esibizioni sessuali davanti alla webcam

Si è mostrato in atteggiamenti sessuali ed equivoci davanti alla webcam, pensando di essere visto da una giovane e piacente ragazza straniera. In realtà, si trattava di una trappola per poterlo ricattare estorcendogli denaro.

Vittima del tentativo di estorsione, un 45enne imprenditore pescarese, che si è presentato dalla Polizia Postale per denunciare l'accaduto. Un fenomeno, quello delle estorsioni online, in costante aumento sottolinea il dirigente della Polizia Postale pescarese dott. Narciso.

Il modus operandi è sempre lo stesso: prima si aggancia su Facebook o tramite siti e chat di incontri la vittima, con un falso profilo di una ragazza piacente.

Una volta rotti gli indugi, si convince l'uomo a compiere atti sessuali o comunque osceni davanti alla webcam. Le immagini vengono registrate e a quel punto scatta il ricatto: gli vengono chiesti dei soldi per distruggere le registrazioni, minacciando di diffonderle fra amici e parenti o su Youtube, o ancora peggio di denunciarlo per pedofilia in quanto la presunta ragazza che lo avrebbe osservato in cam è minorenne.

Il pagamento viene chiesto con sistemi non tracciabili, come MoneyGram e Western Union.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, ricatto sessuale via internet: vittima un 45enne

IlPescara è in caricamento