menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rancitelli: festa in casa nonostante i domiciliari, denunciata

Si trovava agli arresti domiciliari nella sua abitazione nel quartiere Rancitelli, ma nonostante questo una donna di etnia rom aveva organizzato una festa con molti invitati, per il Natale, nella sua dimora. Ora rischia di finire in carcere

Non ha saputo resistere all'atmosfera di festa tipica del Natale, e per questo ha deciso di invitare a casa sua parenti ed amici che, numerosi, si sono recati nella sua dimora a Rancitelli, per passare una giornata insieme fra balli e canti.

Solo che l'organizzatrice della festa, una giovane rom di 25 anni, si trovava agli arresti domiciliari disposti dalla Questura di Pescara.

La Polizia, nell'ambito di alcuni controlli a tappeto riguardanti persone sottoposte a misure cautelari presso il proprio domicilio, ha denunciato la donna che è stata segnalata all'Autorità Giudiziaria, ed ora rischia di finire in carcere.

L'episodio è avvenuto nel giorno di Natale, quando gli agenti si sono accorti che dall'abitazione arrivavano canti e musica ad alto volume.

Inizialmente alcuni invitati hanno mal digerito l'intervento della Polizia, tanto da insultare e minacciare verbalmente gli agenti, ma poi nel condominio è tornata la calma.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento