menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, peschereccio recupera un cadavere in mare

E' finito nelle reti di un peschereccio della flotta pescarese un cadavere, in avanzato stato di decomposizione, rinvenuto nella notte a circa 16 miglia dalla costa. Impossibile per ora identificarlo

Amara e macabra scoperta questa notte per un peschereccio della flotta pescarese, che si è ritrovato nelle reti un cadavere in avanzato stato di decomposizione.

AGGIORNAMENTO: Il cadavere recuperato, da una prima ispezione, sembrerebbe appartenere ad un uomo di bassa statura, rimasto in acqua per almeno sei mesi o un anno. Il corpo era incompleto per l'avanzato stato di decomposizione ed indossava un pantalone che potrebbe essere del tipo che utilizzano i pescatori, anche se si tratta solo di un'ipotesi. Esclusa per ora l'ipotesi di un migrante.

L'"Indomita", infatti, stava effettuando una battuta di pesca a circa 16 miglia dalla costa, quando si è ritrovata il corpo, ridotto quasi a scheletro, impigliato nelle reti.

Subito è stata avvisata l'Autorità Giudiziaria ed il cadavere, al momento non identificabile, è stato trasportato in obitorio. Questa mattina verrà eseguito l'esame da parte del medico legale.

Del caso si è occupata la Capitaneria di Porto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento