menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, pedopornografia e filmati di sesso con il figlio di 5 anni: arrestata coppia

Una storia di abusi e orrore quella che arriva dalla Polizia Postale di Pescara, che ha arrestato una coppia pescarese trovata in possesso di foto e video pedopornografici

Li hanno sorpresi in possesso di materiale pedopornografico, con video a luci rosse fatti girare addirittura dal figlio di 5 anni,  oggetto di abusi sessuali da parte dei genitori. In manette è finita una coppia pescarese accusata di produzione e divulgazione di materiale pedopornografico, atti sessuali con minorenni e corruzione di minorenni.

Un'indagine, ha spiegato la dott. Narciso dirigente della Polizia Postale di Pescara, scattata due settimane fa grazie ad una segnalazione arrivata da un organismo internazionale per la lotta alla pedofilia, che ha segnalato l'upload di alcuni video pedopornografici dall'Italia. Le successive indagini hanno permesso di localizzare il pc dal quale sono stati caricati, che risultava essere ubicato a Pescara.

A quel punto gli agenti hanno accelerato l'iter delle indagini, facendo scattare la perquisizione nell'abitazione del sospettato, un uomo pescarese. Qui però c'è stata l'agghiacciante scoperta: non solo sono stati trovati sul suo pc i video in questione, ma anche foto e video pedopornografici. Fra queste, anche alcune immagini di una donna che compiva atti sessuali su un bambino. Ulteriori approfondimenti hanno permesso di scoprire che si trattava della cugina dell'uomo, con la quale aveva una relazione sentimentale da tempo.

La Polizia Postale si è così' concentrata anche nell'abitazione della donna, dove sono stati trovati altri video ed altre immagini pedopornografiche: alcuni filmati addirittura erano stati fatti girare direttamente dal figlio di 5 anni mentre la donna compiva nuda atti di esibizionismo ed aveva rapporti sessuali. Trovate anche altre foto pedopornografiche sempre dell'arrestata in compagnia di un bambino. Il sospetto, anche se ora saranno le indagini a darne conferma, è che il bambino vittima degli abusi potrebbe essere proprio suo figlio.

I due ora si trovano in carcere. Come spiegato dall'Ispettore Capo Mastronardi, ogni giorno arrivano decine di segnalazioni di chat segrete e private dove i pedofili si scambiano materiale pedopornografico, in alcuni casi da loro stessi prodotto. Per questo, la Polizia Postale è attenta a controllare e verificare qualsiasi segnalazione, al fine di stanare non solo i "fruitori" di queste immagini ma anche coloro che le producono, che spesso purtroppo si trovano in Paesi asiatici e sono difficilmente individuabili. Le indagini sul caso della coppia pescarese sono solo all'inizio ed ora grazie all'esame di tutto il materiale sequestrato potrebbero arrivare anche nuovi ed importanti sviluppi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento