Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Pescara, Operazione Largo Raggio: arresti a San Donato, Rancitelli e Fontanelle

Ventiquattro ore di controlli ininterrotti, che hanno impegnato i reparti della Polizia di Pescara, sono stati eseguiti nell'ambito dell'Operazione Largo Raggio, che ha interessato San Donato, Rancitelli e Fontanelle

Ventiquattro ore di controlli ininterrotti, che hanno impegnato i reparti della Polizia di Pescara, sono stati eseguiti nell'ambito dell'Operazione Largo Raggio, che ha interessato San Donato, Rancitelli e Fontanelle.

Circa 150 uomini dei Reparti della Questura di Pescara hanno rastrellato i quartieri a rischio; i controlli sono partiti in via Caduti per Servizio, a Fontanelle, per poi interessare Rancitelli e San Donato.

Sono 384 le persone identificate, 215 le auto controllate. Eseguite 17 perquisizioni domiciliari per contrastare lo spaccio di stupefacenti.

In via Lago di Capestrano è stata arrestata S.S, classe 79, per detenzione di 10 grammi di cocaina e 10 grammi di eroina.

Due persone sono state arrestate in quanto su di loro pendeva una miscura restrittiva del Tribunale di Pescara, per sfruttamento sessuale. Si tratta di una romena, R.F. classe 1963 e F.F. classe 1961 di Pescara, per reati connessi alla prostituzione.

I serrati controlli hanno anche consentito di rintracciare due soggetti nei cui confronti pendeva una misura restrittiva emessa dal GIP di Pescara, dott.ssa Maria Michela Di Fine, su richiesta del P.M. Annalisa Giusti, per reati inerenti lo sfruttamento sessuale. In esecuzione di siffatto provvedimento sono stati tratti pertanto in arresto.

Facevano parte di un'organizzazione criminale che reclutava ragazze per obbligarle a prostituirsi in strada.

Arrestato anche O.A, classe 1978, per una condanna di anni 6, mesi 2 e gg 7 per detenzione e spaccio di stupefacenti, con l'aggravante della recidiva.

Multati 26 automobilisti per infrazioni del Codice Stradale, e controllati alcuni locali e circoli privati; alcuni di questi non erano in regola con la normativa sulle licenze, e sono stati sanzionati amministrativamente. Riscontrata anche la mancata esposizione della tabella dei giochi proibiti.

Due rom sono stati sottoposti a misura della sorveglianza speciale.

Trentacinque persone ai domiciliari o altri provvedimenti restrittivi sono state controllate. Una persona è stata denunciata per evasione, altre quattro segnalate per inosservanza degli obblighi imposti.

Denunciato un 26enne per detenzione abusiva d'armi, in quanto in casa aveva 48 cartucce. Segnalato in via Tavo un 26enne per possesso di marijuana.

Ricordiamo poi che è stata denunciata la ragazza che ha lanciato un bastone verso i partecipanti del corteo di sabato 26 novembre in via Caduti per Servizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, Operazione Largo Raggio: arresti a San Donato, Rancitelli e Fontanelle

IlPescara è in caricamento