menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, per realizzare il nuovo Stadio sarà demolito l'Adriatico?

Solamente 6 anni fa lo Stadio Adriatico Cornacchia era stato completamente rifatto in occasione dei Giochi del Mediterraneo 2009, ed ora la struttura rischia di essere smantellata per far posto al nuovo Stadio realizzato da privati

Pescara come Penelope, la moglie di Ulisse che di giorno tesseva la tela e la notte la disfaceva? A giudicare dalle notizie riguardanti la realizzazione del nuovo Stadio, sembrerebbe proprio di si.
Da qualche giorno infatti è tornata alla ribalta la notizia della realizzazione della nuova struttura che dovrebbe prendere il posto dell'Adriatico Cornacchia, realizzata interamente con capitali privati e con il sostegno della Lega di Serie B. Entro fine anno sarà presentato il piano di fattibilità, e dalle prime indiscrezioni rivelate qualche settimana fa anche dall'amministrazione comunale, il nuovo stadio dovrebbe avere attorno circa 1.000 posti auto, negozi e store all'interno ed una capienza di 20 mila posti effettivi, tutti coperti.

Peccato però che lo Stadio Adriatico Cornacchia non è esattamente un "rudere": appena sei anni fa, nel 2009, fu completamente ristrutturato e messo a norma per ospitare i Giochi del Mediterraneo. Una spesa importante che ora rischia di essere vanificata in quanto per realizzare il nuovo Stadio, l'Adriatico dovrà praticamente essere demolito.

La spesa (a carico del Comune) fu di 10 milioni di euro. Questa ipotesi sta dividendo l'opinione pubblica in città, fra chi è a favore della ristrutturazione purchè non vada ad incidere sulle tasche dei cittadini, e chi è invece contrario, come molti tifosi e sostenitori del Pescara che parlano di uno spreco per una struttura che, con l'adeguata manutenzione, è ancora perfettamente fruibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento