rotate-mobile
Cronaca Portanuova / Via Alfonso di Vestea

Pescara, nasce il ristorante "no profit" gestito da un prete

Una bella iniziativa ed una bella storia quella dell'ex ristorante "La Locanda del Rigattiere" di via Di Vestea, rilevato da don Emilio Lonzi dove i ricavi saranno devoluti alla Caritas. In cucina, lo chef Paolo Giorgetti

Nasce a Pescara il ristorante "no profit", i cui ricavi al netto delle spese e stipendi del personale, saranno devoluti direttamente alla Caritas locale.

Protagonista di questa bella storia don Emilio Lonzi, prete che gestisce tre parrocchie e che ha deciso di buttarsi in questa avventura. Il locale scelto è l'ex "Locanda del Rigattiere" in via Di Vestea a Portanuova.

Ora si chiamerà "Locanda del Cuore" ed ai fornelli ci sarà Paolo Giorgetti, chef molto conosciuto in città che ha deciso di mollare un lavoro sicuro e ben remunerato per gettarsi in questa avventura con Lonzi.

L'inaugurazione ci sarà questa sera, 18 dicembre. Il menù prevede specialità toscane (regione d'origine dello chef) affiancate ai piatti tipici della tradizione abruzzese.

L'obiettivo, ha spiegato don Lonzi, è quello di riuscire a dare un aiuto concreto a chi è in difficoltà, un aiuto costante che possa superare il pacco di viveri o la bolletta pagata saltuariamente a qualche famiglia o persona indigente. Ora, la "palla" passa ai pescaresi ed ai turisti: saranno loro infatti a dover riempire la locanda, che offrirà prezzi popolari con la possibilità di pranzare con 10 / 12 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, nasce il ristorante "no profit" gestito da un prete

IlPescara è in caricamento