menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara: maxi sequestro di beni ai rom

Duro colpo al patrimonio illecito dei rom di Pescara. La Guardia di Finanza, assieme alla Polizia pescarese, ha sequestrato beni mobili ed immobili per 4 milioni di euro ad alcune famiglie stanziali del pescarese

Un sequestro che si colloca in una più ampia strategia delle Forze dell'Ordine che da tempo mira a colpire i patrimoni accumulati illecitamente dai rom stanziali del pescarese, ma che per la sua entità è sicuramente il più importante e significativo mai eseguito.

Così i vertici della Guardia di Finanza di Pescara ( presente il comandante del Nucleo Polizia Tributaria Odorisio),  ed il Questore Passamonti hanno definito l'operazione condotta in stretta collaborazione dalle Fiamme Gialle e dalla Questura che ha portato al sequestro di beni mobili ed immobili per 4 milioni di euro. Impiegati circa 100 uomini.

Ad essere colpita la "famiglia" Bevilacqua, che conta numerosi componenti e che da anni rappresenta una delle realtà più importanti a Pescara ed in provincia per quanto riguarda i rom stanziali.

Indagini lunghe, meticolose, fatte di controlli fiscali, tabulati, dati riguardanti conti correnti e proprietà dei membri della famiglia, che hanno dimostrato come la quantità di beni posseduta da alcuni soggetti sia sproporzionata rispetto ai redditi dichiarati. In molti casi, infatti, coloro che risultavano intestatari di appartamenti, auto di lusso o terreni, erano di fatto nullatenenti per il fisco.

E' proprio questo il cardine dell'attività investigativa condotta dalle Forze dell'Ordine: dimostrare che questi beni sono stati acquistati grazie alle attività illecite e criminali condotte da gran parte di questi soggetti, in molti casi pluripregiudicati, conosciuti per reati come usura, spaccio, truffe, furti ed estorsioni.

Il sequestro preventivo di oggi riguarda nel dettaglio 10 unità immobiliari e 10 autovetture, a carico di 13 persone residenti a Pescara. Sequestrato anche un terreno. Gli immobili si trovano in via Tavo, via Vespucci, via Sacco.

La normativa di legge in vigore dal 2009, rappresenta uno strumento fondamentale per arrivare prima al sequestro preventivo e poi alla confisca di questi beni.

Il Tribunale ha accolto la proposta inoltrata dal Questore, ed ha inasprito la sorveglianza speciale per quattro soggetti, e per altri 3 è stata proposta per la prima volta questa importante misura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento