rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca

Pescara, mare sporco: nuovi divieti di balneazione

Continua il "valzer" dei divieti di balneazione per le acque cittadine. A poche ore dalla revoca dell'ultima ordinanza, a causa di un nuovo blocco del depuratore il sindaco ha dovuto emanare nuovi divieti

Nuovo stop alla balneabilità delle acque lungo la riviera nord.

A poche ore dalla revoca delle precedenti ordinanze, il sindaco Alessandrini infatti ha ricevuto una nuova comunicazione da parte dell'Aca, riguardante un blocco del depuratore causato dalle deboli piogge delle ultime ore che ha portato a sversamenti in mare di liquami.

L'impianto in questione è quello di via Raiale, ed ora per 48 ore è stato emanato un nuovo divieto di balneazione temporaneo. Sindaco e vicesindaco lanciano l'ennesimo appello alla Regione per reperire fondi necessari alla realizzazione di un nuovo depuratore, in attesa di avviare la separazione delle acque bianche da quelle nere, intervento strutturale che richiederà diversi anni di lavoro.

"E' una situazione che impone ora più che mai l'immediata attivazione di tutte le misure atte a trovare una soluzione, come abbiamo evidenziato più volte in questi mesi su tutti i tavoli competenti. Un obiettivo condiviso e analizzato con la Regione Abruzzo, che richiede la realizzazione di un nuovo depuratore e, nelle more, interventi temporanei per sgravare l'attuale depuratore di Pescara di una parte dell'enorme portata che vi affluisce non solo dalla città, ma anche da San Giovanni Teatino e Spolltore" ha dichiarato Del Vecchio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, mare sporco: nuovi divieti di balneazione

IlPescara è in caricamento