rotate-mobile
Cronaca Corvara

Anche a Pescara "Sos Venezuela". E Di Fabio torna libero

Ieri pomeriggio la manifestazione pacifica per sensibilizzare l'opinione pubblica internazionale sulla situazione che sta attraversando il Paese sudamericano. Intanto Di Fabio è stato liberato

Si è tenuta anche a Pescara, ieri pomeriggio, la manifestazione pacifica "S.O.S. Venezuela" per sensibilizzare l'opinione pubblica internazionale sulla situazione che sta attraversando il Paese sudamericano. L'iniziativa si è svolta in piazza Salotto, a partire dalle 16: oltre 400 le persone scese a sostenere il popolo venezuelano, alle prese con "una delle peggiori crisi degli ultimi anni".

Tra gli individui arrestati dalla polizia nell'ambito delle manifestazioni politiche antigovernative scoppiate in Venezuela c'era anche Giuseppe Di Fabio, consigliere comunale d'opposizione a Maneiro, nell'isola di Margarita, originario di Corvara. Di Fabio è finito in manette il 3 febbraio scorso con l'accusa di aver partecipato alle proteste di fronte all'Hotel Venetur, dove alloggiava la squadra cubana di baseball che partecipava alla "Serie del Caribe".

E il consigliere regionale Riccardo Chiavaroli, che aveva rivolto un appello al ministro degli Esteri Bonino poiché dell'uomo non si avevano più notizie, ha appreso proprio mentre partecipava a "S.O.S. Venezuela" che Di Fabio e' stato liberato.

Grande, come prevedibile, la gioia dei famigliari di Di Fabio, a cominciare dalla sorella, che ha sempre sostenuto di avere le prove che la mattina del 2 febbraio scorso il fratello non fosse all'Hotel Venetur a protestare, ma a centinaia di chilometri di distanza. Sul caso di Di Fabio erano interventi anche alcuni parlamentari abruzzesi per chiedere al governo italiano di attivarsi per la scarcerazione del giovane politico. Inoltre l'ambasciatore italiano a Caracas, Paolo Serpi, aveva assicurato "la massima attenzione" alla vicenda di Di Fabio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Pescara "Sos Venezuela". E Di Fabio torna libero

IlPescara è in caricamento