rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Centro / Piazza del Sacro Cuore

In Piazza Sacro Cuore si protesta contro lo Sblocca Italia

Questa mattina si è tenuta una manifestazione contro lo Sblocca Italia, organizzata dal Movimento 5 Stelle, alla quale hanno partecipato molti movimenti ambientalisti

Questa mattina, in Piazza Sacro Cuore, si è tenuta una mobilitazione contro lo Sblocca Italia, organizzata dal Movimento 5 Stelle, alla quale hanno partecipato molti movimenti ambientalisti.

Tra i manifestanti erano infatti presenti Alessandro Lanci (Nuovo Senso Civico), Renato Di Nicola (Abruzzo Social Forum), Mariapaola Di Sebastiano (Comitato “No stoccaggio gas San Martino”), Luciano Di Tizio e Augusto De Sanctis (Wwf) e Antonella La Morgia, presidente del Cast (Comitato ambiente salute e territorio) che si batte contro la realizzazione dell'elettrodotto Villanova-Gissi.

Molti, ovviamente, anche gli esponenti del M5S: i consiglieri comunali Erika Alessandrini, Enrica Sabatini e Massimiliano Di Pillo, i parlamentari Andrea Colletti, Gianluca Vacca ed Enza Blundo, la capogruppo in Regione Sara Marcozzi e tanti altri ancora. 

"Altro che Sblocca Italia: qui siamo al “Muori Italia”! - ha dichiarato il Movimento 5 Stelle - E pensare che l’Italia e l’Abruzzo in particolare, contrariamente ad altre realtà che pure si battono per il rinnovamento energetico, sono pieni di ricchezza, bellezza, di energia pulita, di fonti di sviluppo sostenibile che potrebbero assicurare il benessere alla popolazione per i prossimi millenni. Il Gran Sasso e il mare Adriatico, l’odore della terra e l’ombra dei boschi, le bellezze architettoniche disseminate in tutti gli angoli di questa Regione, l’unicità del nostro comparto agroalimentare sono fonti di sviluppo a impatto zero dal potenziale enorme, che solo l’inettitudine della politica locale ha fino a oggi limitato. E proprio su questa meraviglia si abbatte come una poltiglia aliena lo Sblocca Italia, disseminando impianti di ricerca e raffinazione e inceneritori un po’ ovunque".

Manifestazione contro lo Sblocca Italia

I grillini, che hanno promosso una raccolta firme contro la trivellazione, chiedono di orientare e incentivare gli investimenti sulle fonti di energia rinnovabili, sostenere l’agroalimentare di qualità, mettere in funzione e potenziare i depuratori reprimendo duramente gli agenti inquinanti, e infine investire sul turismo di qualità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Piazza Sacro Cuore si protesta contro lo Sblocca Italia

IlPescara è in caricamento