menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, furti di rame: 25 arresti, sgominata banda di ladri

I Carabinieri di Pescara hanno arrestato 25 persone nell'ambito di un'importante operazione riguardante il traffico illecito di rame rubato. Sequestrati anche beni, capannoni e mezzi per il trasporto

Sgominata dai carabinieri di Pescara, una grossa organizzazione criminale che operava nel settore del traffico illecito di rame.

In manette sono finite 25 persone, a seguito di un'indagine durata circa un anno. L'operazione riguarda anche le regioni Puglia e Marche.

Era stata creata un'intera filiera criminale, che andava dal furto di rame al trattamento, alla ricettazione tramite alcune società di rifiuti. Sequestrate oltre 30 tonnellate di materia prima. Sigilli anche a capannoni, mezzi di trasporto e beni di proprietà degli arrestati.

L'indagine è partita a seguito del sequestro di un furgone carico di rame guidato da un ragazzo romeno, grazie al quale è stata avviata l'indagine che ha permesso di risalire all'intera rete criminale, composta da cinque "predatori" di nazionalità romena che rubavano il rame in aziende e case private fra Abruzzo, Marche e Molise.

Il materiale veniva poi trattato da un gruppo di italiani, che provvedeva allo smistamento a due società di smaltimento rifiuti che reimmettevano sul mercato il rame, trattato e polverizzato.

I ladri, una volta messi a segno i colpi, informavano con una telefonata il capo della banda, un 41enne italiano, chiedendogli di prendere un caffè. In realtà si trattava di un messaggio in codice che indicava la disponibilità di materiale appena rubato. Il materiale veniva stoccato in un deposito che fungeva da magazzino dove i militari, grazie all'installazione di alcune telecamere, hanno ripreso i frequenti movimenti di materiale grazie all'utilizzo di camion e fugroni.

Con un secondo "caffè" avveniva il pagamento, in locali e bar della zona.

In totale il bilancio dell’operazione è stato molto significativo: più di 30 le tonnellate di rame recuperato durante l’indagine per un valore di circa duecentomila euro, a cui vanno aggiunti i danni di volta in volta commessi.

Ulteriori dettagli più tardi in conferenza stampa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento