Cronaca

Pescara, furti agli anziani ed usura: arrestata famiglia rom

Un intero nucleo familiare di 7 persone, tutte di etnia rom, è stato arrestato dalla Polizia di Pescara a seguito di un'indagine riguardante i furti ed i raggiri agli anziani e un episodio di usura

Un nucleo familiare di sette persone di etnia rom è finito in carcere questa mattina a seguito di un'operazione condotta dalla Squadra Mobile di Pescara, diretta dal dott. Muriana, riguardante una serie di furti e raggiri ai danni di anziani ed almeno un episodio di usura.

La Polizia, a seguito di una lunga e complessa indagine, è riuscita ad individuare infatti una vera e propria organizzazione criminale che aveva come nucleo le cinque donne della famiglia, tutte dedite ai furti ed ai raggiri all'interno di case di persone molto anziane, in alcuni casi malate e non autosufficienti.

Una banda ben organizzata, che ha messo a segno almeno 13 furti accertati ma che gli inquirenti sospettano possano essere molti di più. Furti compiuti in zone relativamente lontane da Pescara: Isernia, Ancona, Roma, Campobasso, Foggia sono le province dove le donne agivano utilizzando vari stratagemmi.

Spesso si fingevano dipendenti comunali, o dottoresse della Asl, o addirittura vecchie amiche dei figli, per riuscire a conquistare la fiducia delle vittime che spesso, purtroppo, le facevano entrare in casa.

A quel punto, la donna che era riuscita ad entrare ( e che non vestiva mai i tradizionali abiti nomadi per non insospettire), lasciava aperta o socchiusa la porta, e dopo aver distratto l'anziano di turno, attendeva che i complici entrassero nell'appartamento facendo razzia di tutto ciò che potevano trovare: soldi, oro, argento ed oggetti di valore.

Le cinque donne arrestate sono:

Spinelli Nella, di Pescara, del 1973

Spinelli Giovina, di Pescara, del 1972

Spinelli Elisa, residente a Città Sant'Angelo, del 1963

Guarnieri Lucia, residente a Giulianova, del 1968

Spinelli Loreta, residente a Vasto, del 1966

Grazie ad alcune intercettazioni telefoniche e a degli arresti in flagranza, gli inquirenti sono riusciti a ricostruire l'operato delle donne. Quando la vittima era sospettosa o comunque non le faceva entrare in casa, non insistevano o agivano in modo violento, ma preferivano desistere e tentare il colpo in un altra casa.

Ma non è tutto. Gli inquirenti, infatti, hanno poi scoperto che in realtà le donne erano sottomesse alla volontà del capofamiglia, Umberto Spinelli, che invece si dedicava a reati di usura ed estorsione aggravata, utilizzando proprio il "capitale" illecito ottenuto con i furti delle donne.

In un caso, la Polizia ha scoperto che Spinelli aveva pretesto circa 9000 euro a fronte di un prestito elargito ad un pescarese, di appena 2000 euro. La vittima aveva anche dovuto lasciare l'auto allo Spinelli come garanzia, ed era stato minacciato di morte.

Infine, in manette è finito anche il figlio di Spinelli, Vincenzo, accusato di aver fornito al Tribunale falsi documenti per ottenere dei benefici in quanto era sottoposto ai domiciliari per altri reati compiuti precedentemente.

Molti dei soggetti arrestati hanno alle spalle una storia criminale consolidata, fatta anche di condanne per vari reati.

Il capo della Squadra Mobile Muriana, ha definito i reati contro le persone più deboli "odiosi", e proprio per questo vengono perseguiti con grande impegno e costanza da parte delle Forze dell'Ordine.

Determinante per l'avvio delle indagini, ha aggiunto il Sostituto Commissario Sablone, l'arresto del 26 marzo 2010 di un soggetto, Italo Ercolani, ricettatore d'oro rubato, che aveva contatti proprio con gli Spinelli.

Il capo della Squadra Volante, dott. Di Blasio, ha infine fornito alcuni semplici consigli per evitare questi episodi:

1) evitare di aprire la porta a sconosciuti

2) in caso di dubbi chiamare sempre il 112 e 113 per una rapida verifica dell'identità dei soggetti

3) collaborazione da parte dei cittadini che devono rivolgersi alle Forze dell'Ordine quando notano comportamenti sospetti

ARRESTI FAMIGLIA ROM: IL VIDEO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, furti agli anziani ed usura: arrestata famiglia rom

IlPescara è in caricamento