rotate-mobile
Cronaca Stadio / Viale Vittorio Pepe, 41

Pescara-Frosinone 3-0 | Melchiorri, Maniero e Pasquato dominano

Il Delfino allunga la striscia positiva e, dopo il Brescia, si impone anche sul Frosinone, battuto per 3-0. Apre le danze Melchiorri, raddoppia Maniero su rigore, chiude Pasquato

Il Pescara allunga la striscia positiva e, dopo la vittoria di Brescia, si impone anche sul Frosinone, battuto tra le mura amiche per 2-0. Prima dell'inizio della gara viene osservato un minuto di raccoglimento per ricordare la scomparsa di Lorenzo Costantini, il giovane calciatore della Virtus Lanciano che nei giorni scorsi ha purtroppo perso la propria battaglia contro la leucemia.

IL MATCH - Al 4' c'è un'occasionissima per il Frosinone: la sfera attraversa pericolosamente tutta l'area di fronte ad Aresti, ma nessun ciociaro è bravo a sfruttare questa preziosa opportunità. Al 17' Salamon scodella per Maniero, che a tu per tu con l'ex Pigliacelli mette fuori. Al 37' i padroni di casa vanno vicinissimi al goal: colpo di testa di Melchiorri, ma il portiere salva mandando in angolo.

La partita è piacevole da vedere, soprattutto nella seconda parte del primo tempo, durante la quale il Delfino crea parecchie occasioni sia con palla a terra che con palla manovrata. Pesoli e Salamon, in questo frangente, giocano bene soprattutto d'anticipo.

I GOAL - Al 5' della ripresa il Pescara passa in vantaggio con un diagonale preciso di Melchiorri che incenerisce Pigliacelli; un paio di minuti prima, l'estremo difensore avversario si era superato su colpo di testa di Pesoli. Al 18', per una trattenuta di Zanon, Maresca assegna un rigore a Maniero, che trasforma: Pigliacelli a destra e pallone a sinistra. E' il raddoppio dei biancazzurri, che mettono in ghiaccio il risultato.

Pochi secondi dopo SuperPippo si libera in modo elegante e sigla la sua personale doppietta, ma la rete viene annullata per fuorigioco di Grillo. Il sigillo finale arriva al 41': Sowe appoggia per il neo entrato Pasquato, che con un gran destro in diagonale fredda il malcapitato Pigliacelli. Si conclude così un match decisamente convincente: tre punti meritatissimi e squadra tonica. Questa è la strada giusta.

PESCARA (4-4-2): Aresti, Pucino, Pesoli, Salamon, Grillo, Politano, Zuparic, Appelt Pires, Zampano, Maniero, Melchiorri. In panchina: Aldegani, Sowe, Cosic, Bunoza, Selasi, Pasquato, Da Silva, Pogba, Torreira. All. Baroni

FROSINONE (4-4-2): Pigliacelli, Zanon, Schiavi, Blanchard, M. Ciofani, Gessa, Gori, Gucher, Paganini, D. Ciofani, Curiale. In panchina: Zappino, Crivello, Russo, Frara, Musacci, Dionisi, Bertoncini,  Altobelli, Carlini. All. Stellone

RETI: Melchiorri 5' st, Maniero (rig.) 18' st, Pasquato 41' st

ARBITRO: Fabio Maresca di Napoli

ASSISTENTI: Luca Segna di Schio e Lorenzo Gori di Arezzo. IV Ufficiale: Filippo Melchiori di Ferrara

ESPULSI: Pesoli per doppia ammonizione

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara-Frosinone 3-0 | Melchiorri, Maniero e Pasquato dominano

IlPescara è in caricamento