rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Pescara, festa per la chiusura del Caffè Vespucci: bruciate cartelle Equitalia

Chiusura con un sapore di ironia quella del Caffè Vespucci, storica attivitò cittadina che con il titolare Gianluca Monaco ieri ha "festeggiato" la cessazione delle attività come bar. Ora diventerà un circolo privato

Chiusura con tanto di "festa" e distruzione delle cartelle di Equitalia, per il Caffè Vespucci, storica attività cittadina che da ieri ha cessato l'attività per diventare un circolo privato.

Il titolare, Gianluca Monaco, ha offerto un aperitivo ad amici e conoscenti arrivati da tutta la Regione, ed ha deciso di bruciare pubblicamente all'interno di un secchiello per il ghiaccio, le cartelle esattoriali di Equitalia.

Da giorni l'evento era stato annunciato su internet.

(foto Michele Raho)

Caffe Vespucci Pescara

"Dopo 47 anni di onorato pubblico esercizio poniamo fine ad un'emorragia monetaria dovuta a strozzinaggio da parte dello Stato con sempre maggiore incremento della pressione fiscale.
Non c'è da rattristarsi ma c'è da festeggiare un'eutanasia imprenditoriale. Saremo lieti di avere con noi tutti i nostri amici e clienti, sarà l'occasione per spiegare che NESSUNO E' IMMUNE e per fare festa insieme. Una festa di LIBERAZIONE dopo 47 anni di sacrifici di un'intera famiglia.
47 , morto che parla, perchè non pensiate che morendo l'attività muoiano le persone. Noi continueremo a parlare contro gli strozzini legalizzati ed i suoi lacchè
." si legge su Facebook sulla pagina dell'evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, festa per la chiusura del Caffè Vespucci: bruciate cartelle Equitalia

IlPescara è in caricamento