Cronaca

Pescara: dopo il punteruolo ora è emergenza cocciniglia

Dopo il punteruolo rosso che ha colpito le palme della città, ora sembra esserci un'altra emergenza parassiti per il verde pubblico di Pescara. A rischio lecci e tigli per la cocciniglia

Dopo l'emergenza punteruolo rosso che ha colpito le palme della città, causando la morte di centinaia di alberi nel giro di pochi anni, ora sembra esserci un'altra possibile emergenza parassiti in città.

Si tratta della cocciniglia, parassita che colpisce i lecci e tigli.

Lo hanno fatto sapere il consigliere con delega al verde pubblico Santilli ed il Presidente della Commissione Lavori Pubblici Foschi.

Gli agronomi del comune da tempo seguono la diffusione di questo nuovo insetto. Nel mese di luglio ci sarà il trattamento con olio bianco, insetticida naturale, per arginare il fenomeno che interessa soprattutto gli alberi del centro città.

L'amministrazione ha stanziato 100 mila euro per interventi come la potatura radicale delle piante già malate ed i trattamenti fitoterapici. Il parassita è innocuo per l'uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara: dopo il punteruolo ora è emergenza cocciniglia

IlPescara è in caricamento