Pescara, beccata in aeroporto con un documento falso: arrestata

Una ragazza di nazionalità albanese ha tentato di imbarcarsi sul volo per Londra utilizzando un documento falso con cittadinanza greca

Ha tentato di imbarcarsi a Pescara sull'aereo diretto a Londra con un documento falso, ma è stata scoperta dalla Polizia di Frontiera ed arrestata. In manette è finita una giovane albanese, fermata durante i controlli al check in in partenza all'aeroporto di Pescara.

Gli agenti, diretti da Dino Petitti, si sono accorti di qualche anomalia sulla carta d'identità greca della donna, che fra l'altro ha dimostrato di non conoscere perfettamente la lingua quando le hanno presentato dei moduli in greco. Grazie ad attrezzature specifice e lampade UV si è scoperta la natura fraudolenta del documento.

La ragazza ha poi ammesso di essere albanese producendo una copia del proprio passaporto, con le stesse generalità della carta d'identità greca ed ha anche finto di essere incinta.. L'obiettivo era riuscire a raggiungere il Regno Unito spacciandosi per una cittadina della comunità europea. Dopo l'arresto è stata processata per direttissima e condannata a 10 mesi e 20 giorni con la condizionale.

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • La scienza spiega perché le zanzare pungono soprattutto alcune persone

  • Pericolo zecche: come riconoscerle e difendersi

  • Celiachia: quali test fare per scoprire intolleranze o allergie

I più letti della settimana

  • L'autopsia non chiarisce le cause del decesso di Tiziano Paolucci, morto in strada dopo una lite

  • Maltempo, tromba marina davanti alla costa di Pescara [FOTO]

  • Annullato il concerto di Jovanotti a Vasto, la proposta del centrosinistra: "Il Jova Beach Party a Pescara"

  • Aeroporto, tre nuovi voli da Pescara per raggiungere le crociere di Costa: ecco quali

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • Montesilvano, il Comune assume personale: al via il bando

Torna su
IlPescara è in caricamento