menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, al cimitero dei Colli esauriti i posti per la sepoltura

Ancora problemi al cimitero di Pescara Colli. Dopo il "caso" dei defunti spostati senza preavviso, ora scoppia la polemica relativa alla mancanza di posti per le sepolture. "14 salme in attesa da giorni"

Tutto esaurito a Pescara Colli. Ma non stiamo parlando di qualche evento o attività commerciale, ma del cimitero. Negli ultimi giorni, infatti, sarebbero stati esauriti i posti a disposizione e ben 14 salme sarebbero in attesa di sepoltura nell'apposita sala, ormai piena e dalla quale inizia già a fuoriuscire cattivo odore.

La denuncia è stata raccolta da Forza Italia che, con il coordinatore cittadino Cerolini, chiede un intervento immediato da parte dell'amministrazione comunale.

"L’unica iniziativa adottata dalla Attiva e dal Comune è stata, nei mesi scorsi, quella di cercare di liberare i loculi la cui concessione era scaduta con una procedura frettolosa e pasticciona, ovvero mettendo dei biglietti sui loculi per avvisare le famiglie che entro 30 giorni le salme all’interno sarebbero state estumulate con la riduzione dei resti, presenti o meno i congiunti. Diversi cittadini sono venuti a conoscenza tardi dell’informativa, e si sono ritrovati a non sapere più dov’erano i resti dei propri congiunti, genitori, nonni, talvolta anche figli scomparsi in giovane età, con relativi disagi e proteste" ha dichiarato Cerolini, aggiugendo che ora il problema che presto potrebbe diventare emergenza è quello legato ai posti disponibili. Alcuni cittadini infatti hanno segnalato che ben 14 salme da diversi giorni sono ferme nella sala pre tumulazione, e per ora non si conoscono i tempi per l'effettiva sepoltura dei propri cari.

"Sappiamo che la giunta ha appena affidato, con una spesa di oltre 38mila 500 euro, alla società CG Engineering Srl di Montorio al Vomano la progettazione dei lavori di consolidamento del cimitero di Colli Madonna, ovvero la messa in sicurezza delle scarpate che hanno subito frane per il dissesto idrogeologico, che determineranno una spesa di 300mila euro. Ma nulla si sa dei lavori di ampliamento del camposanto, lavori che erano necessari dieci anni fa, ma di cui oggi nessuno fa più menzione, forse per non intestarsi degli espropri difficili da digerire, specie da alcuni consiglieri comunali di maggioranza che raccolgono consensi nel rione dei Colli Innamorati" ha concluso Cerolini, aggiungendo che la segnalazione verrà comunque inoltrata all'Ufficio Igiene della Asl per verificare se sono state rispettate tutte le norme imposte dalla Legge.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento