rotate-mobile
Cronaca

Pescara: blitz nei ristoranti di sushi ed alimentari etnici, multe e denunce

Nuova importante operazione del NAS di Pescara in diversi ristoranti ed alimentari etnici della Regione. A Pescara sono stati sequestrati diversi kg di alimenti e pesce crudo non certificato

Tornano in azione i carabinieri del Nas di Pescara nei ristoranti ed alimentari etnici della città e della Regione. I militari infatti hanno effettuato verifiche in 16 attività sulle corrette procedure di conservazione e trattamento di alimenti, in particolare pesce crudo.

In città, in un ristorante sono stati sequestrati 50 kg di alimenti fra vegetali ed animali, per i quali non esisteva alcuna tracciabilità. Il titolare è stato denunciato. In un negozio di ortofrutta gestito da africani, scoperte carenze igienico sanitarie ed assenza dell'HACCP. In un ristorante di sushi, gestito da cinesi, sequestrati 30 kg di alimenti che potevano essere pericolosi per la salute.

MANGIMI, MAXI SEQUESTRO DEI NAS

Infine nell'aquilano sequestrati 60 kg di carne conservata in modo non corretto in una macelleria, e 300 kg di sushi e sashimi privi di qualsiasi tracciabilità e certificazione. L'attività è stata chiusa. Denunciati i titolari di due ristoranti orientali nel teramano dove sono state riscontrate carenze igieniche, assenza del protocollo HACCP e della tracciabilità. Nel chietino, chiuso un ristorante cinese per carenze igienico sanitarie ed assenza completa di certificazione degli alimenti somministrati ai clienti. Sequestrate le attrezzature e la struttura per un valore di oltre 2 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara: blitz nei ristoranti di sushi ed alimentari etnici, multe e denunce

IlPescara è in caricamento