Cronaca

Pescara: baby gang minaccia e danneggia 2 paninoteche, tre arresti

Pretendevano di mangiare gratis in due paninoteche, e quando i proprietari si rifiutavano di accogliere le loro richieste, venivano minacciati di morte e danneggiati i locali. Protagonista della vicenda una baby gang di minorenni

Una vera e propria baby gang criminale, guidata da un 14enne pescarese e composta da 4 ragazzi, tutti minorenni, quella sgominata dalla Polizia di Pescara, che stamane ha eseguito tre misure di custodia cautelare in un istituto penitenziario per minori di Roma, a carico di altrettanti giovani pescaresi, fra i 14 e 17 anni.

La banda aveva preso di mira due paninoteche del centro di Pescara, entrambe gestite da cittadini pachistani. Proprio il fatto che i proprietari erano extracomunitari, probabilmente, ha spinto la banda ad agire in modo deciso e pressante tanto da arrivare a minacce di morte e danneggiamenti dei locali stessi.

I fatti risalgono agli inizi di marzo, quando i ragazzi hanno iniziato a presentarsi con regolarità all'interno delle due attività chiedendo di mangiare gratis. Se, però, i titolari si opponevano a queste richieste, venivano messi in atto comportamenti violenti, con minacce e piccoli soprusi anche ai danni degli avventori dei locali.

Uno dei due pachistani è riuscito in parte a controllare la banda, mentre l'altro, invece, è stato oggetto per diverso tempo delle richieste dei giovani, che si presentavano ogni giorno nel locale pretendendo di mangiare gratuitamente, oppure pagando cifre irrisorie. Atteggiamenti arroganti che però, in un caso, sono sfociati in veri e propri atti vandalici, con la vetrata del locale che è stata distrutta a martellate.

Quando il titolare, esasperato, si è rivolto alla Polizia raccontando la vicenda, la Squadra Volante, diretta da Alessandro Di Blasio, ha predisposto degli appostamenti in borghese che hanno permesso di identificare i ragazzi. Il capo della banda, il più giovane, è stato addirittura fermato 8 volte dalla Polizia in 15 giorni, per reati come furto di motorini. Tutti e tre provengono da famiglie disagiate pescaresi: il 14enne  è figlio di due pregiudicati noti alle Forze dell'Ordine.

La sera stessa in cui sono stati accompagnati in Questura per l'identificazione, una volta usciti dagli Uffici sono andati davanti al locale di uno dei titolari, minacciando con dei gesti di tagliargli la gola. Spesso avevano già minacciato il pachistano con frasi del tipo "Pachistano di merda dacci da mangiare o ti tagliamo la gola". Anche l'altro proprietario è stato oggetto di minacce verbali.

I tre si trovano presso l'Istituto Penitenziario Minorile di Casal del Marmo di Roma. Il quarto ragazzo è in corso di identificazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara: baby gang minaccia e danneggia 2 paninoteche, tre arresti

IlPescara è in caricamento