Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Pescara: un arresto per usura, interessi al 400%

Aveva chiesto un prestito di 2.000 euro per dei problemi economici, e si è ritrovato in un vero e proprio incubo un artigiano pescarese di 57 anni. L'usuraio, un 42enne molisano, è stato arrestato dai Carabinieri

Aveva chiesto un prestito di 2.000 euro a causa di alcuni problemi economici, si è ritrovato in un vero e proprio incubo.

Protagonista della vicenda un 57enne artigiano di Pescara, che aveva chiesto un prestito ad un conoscente, un 42enne molisano.

A fronte di 2.000 euro l'uomo aveva preteso dall'artigiano 5.000 euro da restituire in 6 mesi.

L'artigiano aveva accettato queste condizioni, convinto di ricevere dei soldi da un'assicurazione per un incidente subito.

Non è riuscito però a rispettare l'accordo ed a quel punto il molisano, Di Rosa Nicolino, si è fatto consegnare un'autovettura Fiat Stilo come controvalore degli interessi usurai maturati. L'auto era stata consegnata nei pressi dell'abitazione della figlia dell'artigiano, obbligata sotto minacce a sottoscrivere una procura di vendita del veicolo.

Ma non è finita qui. Di Rosa ha poi chiesto ed ottenuto una scrittura privata per avere altri 15.000 euro in rate mensili da 500 euro.

A quel punto la vittima, disperata, si è rivolta ai Carabinieri che dopo una lunga indagine hanno accertato i fatti ed ottenuto dal GIP una richiesta di carcerazione per il Di Rosa, eseguita questa mattina dai militari della Stazione Carabinieri di Pescara Scalo e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara, coadiuvati da quelli della Compagnia di Termoli.

L'abitazione di Di Rosa è stata perquisita.

L'uomo si trova in carcere a Larino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara: un arresto per usura, interessi al 400%

IlPescara è in caricamento