menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Donato: tre quintali di botti ed 1 kg di eroina in cantina, arrestato ambulante

Aveva nascosto tre quintali di botti e materiale esplosivo all'interno di un ripostiglio in un condominio di San Donato. Un ambulante, Guido Petrella, 46 anni, è stato arrestato dalla Polizia. Trovato anche un kg di eroina del valore di 200 mila euro. La Questura: "Una scintilla avrebbe potuto provocare una tragedia"

p7070005"Una semplice scintilla, magari partita dai cavi elettrici scoperti a pochi metri di distanza dal materiale esplosivo, avrebbe potuto causare una tragedia".

Questo il commento della Questura di Pescara che, questa mattina, alla presenza del vicario del questore Mario Della Cioppa, ha illustrato nel corso di una conferenza stampa i dettagli di un'importante operazione che ha portato all'arresto di Guido Petrella, 46 anni, ambulante di vestiti usati, sorpreso con tre quintali di botti e materiale esplosivo detenuto illegalmente all'interno di un ripostiglio, in un condominio di via Secchia 14 a San Donato. Oltre ai botti, gli agenti hanno anche trovato nella sua abitazione un kg di eroina, del valore commerciale di circa 200 mila euro.

L'operazione è il frutto di una serie di indagini e controlli intensificati negli ultimi giorni dalla Polizia proprio per arginare il fenomeno della vendita e detenzione di fuochi pirotecnici illegali o privi delle necessarie autorizzazioni.

L'arresto ed il sequestro del materiale ha visto impegnati gli agenti della Squadra Mobile, del Nucleo Antidroga, gli Artificieri, la Squadra Volante ed alcuni Vigili Del Fuoco, che hanno assistito al delicato trasporto dell'ingente quantitativo di esplosivo rinvenuto.

Quando gli agenti sono arrivati nel condominio ed hanno obbligato l'uomo ad aprire loro il ripostiglio, si sono subito resi conto della situazione molto pericolosa, che avrebbe potuto causare una tragedia. I botti, infatti, erano custoditi in un ambiente molto piccolo, ignorando tutti i protocolli e le norme di sicurezza previste per la custodia di materiale esplosivo. A pochi passi dai fuochi, addirittura alcuni cavi elettrici scoperti. Una sola scintilla poteva far saltare in aria l'intero palazzo.

Da tempo la Polizia aveva avviato alcune indagini in merito alla produzione e vendita di materiale pirotecnico. Il 29 settembre, in particolare, era stato effettuato un importante sequestro.

Negli ultimi giorni, il Questore Cecere ha chiesto a tutti gli uomini in servizio durante le Feste, uno sforzo straordinario per intensificare controlli e sequestri di materiale esplosivo illegale, molto richiesto con l'arrivo del Capodanno.

Il Reparto Prevenzione Crimine, inoltre, sta effettuando controlli accurati anche nelle abitazioni di persone agli arresti domiciliari o comunque sorvegliate, per scoraggiare eventuali reati ed attività criminali.

p7070003





AGGIORNATO ALLE ORE 14,30 DEL 28 DICEMBRE 2009


La Squadra Mobile di Pescara in collaborazione con la Polizia Amministrativa e Sociale, ha tratto in arresto un uomo sorpreso con 1 kg di eroina e circa tre quintali di sostanze esplosive detenute illegalmente.

Maggiori dettagli saranno forniti nel corso di una conferenza stampa presso la Questura di Pescara.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento