Pesca illegale lungo il fiume Pescara di cefali, anguille e capitoni: controlli e sanzioni della guardia civile ambientale [FOTO]

Dal 13 al 22 novembre gli uomini della guardia civile ambientale hanno sorpreso e denunciato sei persone che pescavano illecitamente lungo le sponde del fiume

La seconda sezione della guardia civile ambientale ha effettuato, dal 13 al 22 novembre, una serie di controlli a tappeto lungo il fiume Pescara, per contrastare il bracconaggio illegale della fauna ittica, elevando 8 sanzioni amministrative e sequestrando diverse canne da pesca e nasse.

Bande ben organizzate di 6/7 persone si dedicavano infatti alla pesca illegale di cefali, anguille e capitoni. Sei persone sono state sanzionate per attività di pesca a strappo o privi di regolare documentazione per la pesca sportiva. I soggetti avevano tutti canne da pesca molto resistenti e ancorette utilizzando la tecnica dello strappo pescavano grossi quantitativi di cefali. Questo genere di pesci finiva poi anche sul mercato grazie ai frigo portatili che i pescatori si portavano dietro, riuscendo anche a catturare 30 - 40 esemplari in poche ore. Il pescato finiva sul mercato senza alcun controllo sanitario e dunque senza alcuna garanzia per i consumatori. Particolarmente ricercati i cefali per vendere la bottarga di muggine, che si ricava dalle uova del pesce cefalo che anche in questo caso finiva sul mercato senza alcun controllo.

La guardia civile ambientale ha anche rinvenuto nasse messe illecitamente con circa 40 esemplari fra capitoni e anguille che in questo periodo natalizio vengono vendute a peso d'oro sul mercato. In questo caso il pescato, ancora vivo, è stato rimesso in acqua e distrutte le nasse. Del caso è stata informata anche la guardia costiera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento