rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Pesca illegalmente 15 anguille nel fiume Pescara: sanzionato e denunciato dai carabinieri forestali

Nei guai è finito un 50enne residente a Pescara di origini straniere che aveva posizionato nasse illegali sul lungofiume dei poeti

I carabinieri forestali del gruppo Cites di Pescara hanno denunciato un 50enne pescarese di origini straniere per detenzione illecita di 15 esemplari vivi di anguilla a seguito di pesca di frodo avvenuta nel fiume Pescara. L'operazione è stata condotta assieme alle guardie ittiche dell'associazione "Guardia civile ambientale". Le anguille sono una specie protetta e la cui pesca è vietata dalla convenzione di Washington. Sequestrate anche 3 nasse usate per catturarle. Dopo alcuni appostamenti sono state scoperte proprio le nasse che si trovavano sulla sponda sinistra a 600 metri l'una dall'altra sul lungofiume dei poeti. Durante l'appostamento, i militari hanno notato l'arrivo di una persona in bicicletta che, sollevando le nasse le ispezionava per verificare la presenza di anguille, che catturava e riponeva in una busta di plastica.

L’indagato, seguito a distanza fino all’ultima nassa, posizionata sempre sulla sponda sinistra, proprio sotto il ponte all’altezza del palazzo di Città, è stato quindi controllato e trovato in possesso di quindici esemplari vivi di anguilla europea (Anguilla anguilla L.), pescati illecitamente. Il pubblico ministero di turno ha disposto il sequestro delle nasse, la liberazione delle anguille e la contestazione anche di illeciti amministrativi ai sensi della legge regionale vigente sulla pesca nelle acque interne. L'uomo rischia sanzioni da 20 a 200 mila euro e l'arresto da sei mesi ad un anno per aver catturato una specie in via di estinzione.

anguille 222-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca illegalmente 15 anguille nel fiume Pescara: sanzionato e denunciato dai carabinieri forestali

IlPescara è in caricamento