Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Malasanità: per i periti Elvira Ferri è morta a causa di un malfunzionamento dell'impianto di ossigenazione

La donna è morta a 57 anni in ospedale per una crisi respiratoria che, secondo i periti nominati dal Tribunale, è stata causata anche dal mancato funzionamento della boccola dell'ossigeno nel letto della paziente

Un malfunzionamento dell'impianto di ossigenazione sarebbe una delle cause che ha portato alla morte di Elvira Ferri, una 57enne pescarese deceduta in ospedale a Pescara nel 2014. Lo ha stabilito la perizia dei tecnici nominati dal Tribunale nell'ambito dell'inchiesta che vede indagati per omicidio colposo alcuni medici del Santo Spirito.

I periti inoltre hanno relazionato di presunti comportamenti negligenti da parte dei medici coinvolti, al di sotto degli standard mini di qualità offerti dal servizio sanitario e che dunque indirettamente avrebbero contribuito al decesso della donna, morta per arresto cardiaco a seguito di un'insufficienza respiratoria grave.

L'impianto di ossigenazione in quei giorni aveva avuto diverse avarie e come dimostrato dalla perizia proprio in corrispondenza della boccola del letto della donna la quantità di ossigeno arrivata nell'impianto di somministrazione era inferiore rispetto al minimo di sicurezza garantito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malasanità: per i periti Elvira Ferri è morta a causa di un malfunzionamento dell'impianto di ossigenazione

IlPescara è in caricamento